INFO MEDIA NEWS
Attualità NEWS SLIDE TV

Zona bianca in Italia: feste sì, ma col green pass

Sono ad oggi 40 milioni e mezzo gli italiani che si sveglieranno in zona bianca. Al ristorante al chiuso si può andare, ma al massimo in sei commensali.

Dall’alba di oggi, col sorgere del sole, sono stati 40 milioni e mezzo gli italiani che hanno aperto gli occhi in zona bianca: secondo l’Ansa, due cittadini su tre vivranno in Regioni dove le restrizioni sono ridotte al minimo. Le regole, di fatti, in zona bianca sono meno aspre: cade il limite di orario del coprifuoco, misura che nel resto d’Italia sparirà il 21 giugno.

In vigore restano invece l’obbligo del distanziamento interpersonale di almeno un metro, l’utilizzo del dispositivo di protezione individuale, l’igienizzazione delle mani e il divieto di assembramento, sia all’aperto che al chiuso.

Semaforo verde anche per i party, ma con il green pass: nelle zone bianche, cioé, è consentito organizzare feste private a seguito di cerimonie religiose o civili, dunque matrimoni, cresime, comunioni, battesimi ma anche compleanni, feste di laurea e anniversari.

Nodo discoteche: l’ultimo Dpcm del 2 marzo afferma che “restano sospese le attività che abbiano luogo in sale da ballo, discoteche e locali assimilati, all’aperto e al chiuso“. Di fatto dunque, le discoteche potranno aprire ma solo per l’attività di ristorazione e somministrazione, mentre resta vietato ballare in pista.

Altre notizie che potrebbero interessarti

Confagricoltura lancia l’allarme: “Assumere italiani”

Lobene: “Mancano 4 mila lavoratori, stranieri non torneranno”
Redazione IMN

Pucetta, confermati Idrofano e Mastrangelo

Record di longevità per il portiere: ottava stagione in gialloblu. Qaurto anno consecutivo al ...
Redazione IMN

Collarmele cambia volto: il sindaco Mostacci annuncia nuovi interventi

Redazione IMN