INFO MEDIA NEWS
Attualità NEWS

XVI festa del nonno alla Ini di Canistro, tutti pronti per il 107esimo taglio della torta

Ci sarà sicuramente tanto da imparare in occasione della Festa del nonno, un evento speciale, questo, in cui verrà fatto notare che non solo i giovani di oggi sanno come divertirsi e far baldoria. I nonni sono un tesoro da valorizzazione e per questo vanno festeggiati. È questo lo spirito con il quale lo staff della residenza sanitaria assistenziale Ini divisione Canistro ha organizzato la sedicesima edizione di questo importante anniversario. Un appuntamento fisso nel calendario degli ospiti della Ini che attendono questo giorno con gioia e allegria.

L’incontro fissato per giovedì 22 inizierà alle ore 9.00 con una grande colazione all’italiana: cornetto e cappuccino, alle ore 10.30 celebrazione della Santa Messa, e poi subito dopo preparazione degli ospiti per un pranzetto sfizioso che verrà servito alle ore 12.30. Gli ospiti potranno degustare ottimi panini con la porchetta, arrosticini, salsicce e frittelle. Dopo mangiato la festa continuerà alle ore 14.30 con gli amici dell’Unitalsi e l’allegria di Francesco e Giovanni Fontana. Per chiudere in bellezza la giornata alle 16 merenda a sorpresa per tutti.

La sedicesima festa del nonno sarà anche l’occasione per festeggiare due ospiti speciali rsa Ini divisione Canistro: Meco Riziero di 107 anni e Elena Iacobucci di 104. I due ultracentenari sono le mascotte della struttura. Nonostante la loro età sono attivi e trascorrono il tempo insieme agli altri ospiti nella sala della struttura dove si svolgono le varie attività incuriosendosi per quello che accade quotidianamente. Durante la festa ci sarà l’insediamento della nuova direttrice amministrativa Daniela Stati e il saluto del direttore uscente Giovanni Tavani.  Prenderà parte alla festa anche la direttrice sanitaria Antonella Tiberi.

Un giorno, quindi, in cui tutti i nonni del mondo potranno sentirsi davvero importanti, anche se si sa, ogni momento è buono per festeggiarli. E’ fondamentale, dunque, dedicare loro il nostro tempo per apprendere quelle che sono le sempre più desiderate ‘pillole di vita’, di cui loro, più di chiunque altro, sono veri e propri esperti.

Foto: www.pinterest.com

 

Altre notizie che potrebbero interessarti

‘Lungo le Antiche Rue’ di Civitella Roveto apre le porte agli chef: uno show cooking a base di castagne

Gioia Chiostri

Odissea Pucetta: guasto al pulmino, pranzo al McDonald’s e nel menù la prima vittoria dell’anno

Redazione IMN

Torna la fede nel fuoco sacro: al via i festeggiamenti per il culto immortale di Sant’Antonio Abate nella Vallelonga

Redazione IMN