INFO MEDIA NEWS
Attualità NEWS PRIMA PAGINA SLIDE TV

Il WWF mette in sicurezza i pozzi pericolosi per l’orso

WWF Abruzzo Montano: «Inseguire un orso è inutile e dannoso»

L’Oasi WWF Riserva regionale Gole del sagittario ha messo in sicurezza i pozzi potenzialmente pericolosi per la fauna e per l’uomo all’interno dell’area protetta del Parco Nazionale D’Abruzzo.
Precisamente le zone messe in sicurezza sono: una nel comune di Anversa degli Abruzzi in località “Le Piscine” e due nel comune di Ortona dei Marsi, in località “Le Piscine di Ortona”. L’intervento arriva in seguito all’attività svolta dalla sorveglianza del Parco Nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise che nelle settimane scorse ha effettuato un censimento per individuare le strutture potenzialmente pericolose per l’incolumità dell’Orso bruno marsicano nell’area del Parco e nella zona di protezione esterna. Sono state così individuate 37 strutture (vasche, pozzi, serbatoi) rischiose che sono state comunicate ai 16 Sindaci dei comuni competenti per territorio. Oltre a ciò continuano gli interventi per la distribuzione di recinti elettrificati per tutelare, in maniera assolutamente innocua, animali e apiari dalle possibili incursioni di orsi.
Questa operazione nasce per evitare che accadano di nuovo eventi simili a quello tragico del 2018 quando tre orsi erano annegati in una vasca di raccolta dell’acqua piovana.

Altre notizie che potrebbero interessarti

Confesercenti Abruzzo, stabilite le date dei saldi invernali ed estivi: a gennaio si potrà partire dal 5

Redazione IMN

Val Vibrata, eseguite ordinanze di carcerazione nei confronti di una donna 64enne e di un uomo 36enne

Redazione IMN

VIDEO. Il nuovo Tagliacozzo Calcio 1923, Attili: «Conoscendo Mastroddi, faranno bene»

Alice Pagliaroli