INFO MEDIA NEWS
Attualità NEWS PRIMA PAGINA SLIDE TV

Vini abruzzesi, calo di produzione dell’11% rispetto al 2018

A bilanciare la quantità ci pensa la qualità

I vini abruzzesi hanno visto un calo di produzione dell’11% rispetto al 2018. Complessivamente in Abruzzo la produzione dovrebbe raggiungere circa i 3 milioni di ettolitri, a fronte dei 3 milioni e 423mila del 2018. Di questi, la maggior parte vengono prodotti nella provincia di Chieti. Se per i bianchi già in raccolta la situazione è ormai definita, si aspetta ancora qualche giorno per tracciare il quadro dei rossi.
A bilanciare la quantità ci pensa la qualità, come sostiene il presidente provinciale Nicola Sichetti, che traccia un quadro completo della situazione e aggiunge: «Quantitativamente si rileva un calo rispetto al 2018, ma lo scorso anno è stata un’annata straordinaria con una produzione oltre misura, ora si potrà lavorare sulla qualità. Determinanti saranno le condizioni meteo dei prossimi giorni ma è evidente che il cambiamento climatico degli ultimi anni, con scarse escursioni termiche tra giorno e notte, ha messo a dura prova i nostri vigneti».
La maturazione è ritardata di 10/15 giorni, per quanto riguarda le varietà precoci (Pecorino, Pinot grigio e Chardonnay) si è registrato un calo del 20% di produzione, calo del 15-20% anche per i vitigni più noti, Trebbiano e Montepulciano.
L’Abruzzo ha visto chiudere il 2018 con un +6,4% di esportazioni all’estero con buoni risultati anche in Italia.
Sichetti: «Quest’anno organizzeremo un evento a Villa Medici in cui interverranno esperti del settore per approfondire le tematiche del genoma e della coltivazione biologica della vite».

Altre notizie che potrebbero interessarti

Regione, M5s chiede di ristabilire l’equilibrio all’interno dell’Ufficio di Presidenza

Redazione IMN

Emiciclo, la settimana politica si apre con la Sanità: tra i progetti di legge anche il Garante dell’Infanzia

Redazione IMN

Il 1 luglio la prima ‘Giornata delle Guardie Ecozoofile’: gara cinofila, attività per bambini e tanto altro

Redazione IMN