INFO MEDIA NEWS
Attualità NEWS PRIMA PAGINA

VIDEO. Torna in vita la Cartiera Burgo: 20 milioni di euro per un nuovo progetto

[KGVID poster=”http://www.infomedianews.it/wp-content/uploads/2017/01/AvezzanoCartiereBurgo_thumb43.jpg” width=”640″ height=”360″]http://www.infomedianews.it/video/AvezzanoCartiereBurgo.mp4[/KGVID] Torna in vita la Cartiera Burgo di Avezzano e lo fa con 20 milioni di euro di finanziamenti. Questa è la buona nuova proveniente dalla città marsicana, a fronte dell’emergenza generale in ogni angolo vivo d’Abruzzo. Non ultimo, lo schianto di un elisoccorso. Stamani, però, da tutt’altra parte, 140 lavoratori hanno detto addio ai contratti di solidarietà. E’ già iniziata, infatti, la procedura di sistemazione dei macchinari collocati nello Stabilimento, il quale andrà incontro ad un progetto ambizioso di riconversione, che vedrà riaccendere i motori della Cartiera a novembre del prossimo anno.

La Burgo di Avezzano ripartirà, infatti, da dove l’avevamo lasciata con la produzione di carta per imballaggio derivata da fibra riciclata. Il protocollo d’intesa e di sviluppo è stato sottoscritto questa mattina, nella sala consiliare del Comune di Avezzano, fra il vice Presidente della Giunta regionale, Giovanni Lolli, il sindaco di Avezzano, Giovanni Di Pangrazio e l’Amministratore delegato, Ignazio Capuano. Presenti anche i segretari regionali di Cgil, Cisl e Uil, Umberto Trasatti, Paolo Sangermano e Michele Lombardo, il presidente del Consiglio regionale, Giuseppe Di Pangrazio, il presidente della provincia di L’Aquila, Antonio De Crescentiis e il Presidente del Consiglio Comunale, Domenico Di Berardino.

«La Burgo si sta addentrando, – afferma in una lucida analisi Gianluca Carrega, segretario nazionale Slc-Cigl – con questa riconversione, in un filone di mercato che non ha mai calpestato. Con questo investimento, di fatti,  l’azienda, entrerà in un comparto, che è quello che ha più sviluppo nel mercato italiano di oggi. C’è, quindi, una quota di mercato importante da sfruttare. Crediamo che l’azienda abbia tutti i mezzi, anche di tipo commerciale, per sfondare in questo ‘territorio’. Val la pena ricordare, inoltre, che la Burgo è la più grande industria cartaria in Italia, con oltre 3 mila dipendenti ed 11 siti di produzione sparsi sul territorio nazionale».

Altre notizie che potrebbero interessarti

Incidente sulla A24 all’uscita per Magliano

Redazione IMN

VIDEO. Centrale Snam, non si ferma la lotta, Casini: «Stop ad ogni azione futura»

Alice Pagliaroli

Cgil, Cisl e Uil Abruzzo: «La manovra economica del Governo non produce lavoro»

Redazione IMN