INFO MEDIA NEWS
Cronaca NEWS PRIMA PAGINA VIDEO

VIDEO. Polveriera Gal Terre Aquilane, Augusto Cicchinelli si barrica dentro la sede e annuncia lo sciopero della fame, «Denuncio la cupola»

 [KGVID poster=”http://www.infomedianews.it/wp-content/uploads/2017/08/02_08_17_VICENDA_GAL_TERREAQUILANE_1_thumb587.jpg” width=”640″ height=”360″]http://www.infomedianews.it/video/02_08_17_VICENDA_GAL_TERREAQUILANE_1.mp4[/KGVID] Polveriera Gal Terre Aquilane, pronta ad esplodere in mille pezzi e mille scenari diversi. Si è aperto un vero e proprio caso, nelle ultime ore, pronto ad attivare fuochi d’artificio in campo politico e penale. Il socio Augusto Cicchinelli si è barricato dentro le stanze della sede marsicana del Gruppo di Azione Locale ed è pronto ad attuare lo sciopero della fame e l’interruzione dell’assunzione di medicinali indispensabili per la sua salute.

IMG_9384Stamattina, infatti, da egli stesso è stata presentata una denuncia-querela alla Procura della Repubblica di Avezzano contro i nomi riportati nella foto di fianco, fra cui si notano quelli di noti esponenti politici di spicco del territorio marsicano ed abruzzese. 3 milioni e 600 mila euro il ‘bottino’ da spartire, a detta di Cicchinelli, risorse, queste, proventienti della vincita, da parte del Gal Terre Aquilane, del Bando Leader. «Esiste una cupola con trame illecite e con mire espansionistiche sui 3 milioni e 600 mila euro di fondi in arrivo grazie al Gal, una società privata oggi sotto attacco politico».

Nel mirino della questione, l’ultima assemblea dei soci Gal che ha rinnovato presidente e consiglio di amministrazione, un’assemblea giudicata «inesistente». Sul caso si è espresso il sindaco di Cerchio, Gianfranco Tedeschi, citato da Augusto Cicchinelli. 

Sta di fatto che, ad oggi, non è stata firmata dal Gal Terre Aquilane la convenzione per i fondi del bando Leader a causa della situazione in essere, procrastinandone ‘sine data’ l’arrivo e quindi il loro utilizzo. «Nel nostro regolamento giuridico – afferma Tedeschi alla Redazione, ascoltato telefonicamente – la maggioranza dei soci decide, non decide la minoranza. E, quindi, Cicchinelli correttamente avrebbe dovuto rispettare quella volontà da parte dell’Assemblea. Poteva, forse, non accettarla sul piano della procedura e fare tutte le rimostranze al Tribunale, ma sicuramente non dar atto a ciò che ha fatto oggi pomeriggio. Io non c’entro nulla, non ho fatto nulla di decisorio. Da parte mia, ho semplicemente partecipato come consulente legale».

Il consigliere regionale, Lorenzo Berardinetti, invece, dal canto suo, informato dai media in merito alla vicenda Gal Terre Aquilane e della denuncia presentata da un collaboratore dell’ente, in unan nota inviata alla stampa, rende noto che «non si farà certo intimidire da tali atteggiamenti e che i suoi legali sono già al lavoro per rilevare qualsiasi azione diffamatoria venga messa in atto. Inoltre Berardinetti diffida chiunque dal compiere azioni che possano danneggiare la propria onorabilità e reputazione in modo falso e pretestuoso».

Altre notizie che potrebbero interessarti

Incidente a Borgo Ottomila, nel Fucino: intervenuti gli operatori dell’Avis-118 di Trasacco

Gioia Chiostri

VIDEO. Fiera dei Marsi vs Fiera ‘Magia del Fare’, il sindaco Di Pangrazio chiarisce la polemica: «Qui c’è spazio per tutte e 2»

Gioia Chiostri

Falsi certificati medici, lunedì gli interrogatori di garanzia di fronte al Gip

Gioia Chiostri