INFO MEDIA NEWS
Cronaca NEWS PRIMA PAGINA

VIDEO. Allarme Grandi Rischi, Cerchio ‘si ferma’ in attesa del Prefetto: lo sfogo del sindaco

[KGVID poster=”http://www.infomedianews.it/wp-content/uploads/2017/01/CerchioScuoleChiuse_thumb153.jpg” width=”640″ height=”360″]http://www.infomedianews.it/video/CerchioScuoleChiuse.mp4[/KGVID] Scuole chiuse di ogni ordine e grado ed uffici comunali tutti bloccati, ad eccezione del Coc, fino a che il Prefetto dell’Aquila Linardi non risponda, per iscritto, alla lettera di richiesta di spiegazione e di delucidazione che il sindaco di Cerchio, Gianfranco Tedeschi, ha inviato qualche giorno fa all’Ente in questione, a seguito del terrore messo in circolo dall’oramai noto comunicato della Commissione Grandi Rischi, il quale parla di un possibile effettuarsi di evento tellurico, a breve, di magnitudo compresa fra i 6.5 e i 7 gradi.

«Un qualcosa di abnorme è tutto ciò. – specifica alla Redazione il primo cittadino Tedeschi che, con la firma di un’ordinanza, ha praticamente ‘messo al sicuro’ il suo Comune, non permettendo a nessuno l’ingresso nelle scuole o negli uffici comunali – Ci deve essere, però, a mio avviso, a fronte di questa situazione generata, un’azione comune di coordinamento condiviso, chiara e che pone con certezza sul piatto della bilancia delle decisioni, la giusta procedura da seguire. Gli amministratori locali, cioè, mi domando io: come devono regolarsi in casi come questo? La risposta deve ovviamente giungere da chi di dovere».

«Io spero che la commissione Grandi Rischi – aggiunge – non abbia scritto una notizia del genere solo in funzione di situazioni del passato molto note. Io credo, invece, che la Grandi Rischi non abbia agito con la pancia, per così dire, ma con la testa. Perciò, tutti insieme, noi sindaci e amministratori, dobbiamo sollecitare un’univocità di decisione da parte delle autorità preposte. Dico: la Protezione Civile esiste proprio per questo, o no?».

Tutelare i cittadini, non solo di Cerchio, ma di tutti i Comuni d’Abruzzo: questo il senso dello smarrimento di adesso. La nuova zona rossa non deve far paura, ma deve produrre azioni, prevenzioni e situazioni di scudi e di difesa concreta ed impassibile.

Altre notizie che potrebbero interessarti

Trasacco in lutto, muore Agostino Taricone, proprietario di una nota pizzeria

Redazione IMN

Avezzano, l’amministrazione promotrice del rendez-vous tra scuola e lavoro

Redazione IMN

Gelicidio ad Avezzano, strade ghiacciate: il Comune dirama consigli utili firmati Croce Rossa

Redazione IMN