INFO MEDIA NEWS
NEWS Sociale

VIDEO. 2500 presenze per la città di Amatrice che rinasce: ad Avezzano si lavora assieme per la Solidarietà

 [KGVID poster=”http://www.infomedianews.it/wp-content/uploads/2016/10/AvezzanoAmatriceSiamoNoi_thumb76.jpg” width=”640″ height=”360″]http://www.infomedianews.it/video/AvezzanoAmatriceSiamoNoi.mp4[/KGVID] Boom di presenze, amatriciane a non finire e quel pizzico di allegria in più che governa anche le tempeste. Nel 2015, entrò a far parte di diritto della prestigiosa famiglia dei borghi più belli d’Italia. Oggi, invece, è ad Avezzano per una fiera realizzata in suo onore. Due giorni di Amatrice, due giorni instancabili di sorrisi, di occhi languidi e di respiri innamorati di una città che non può essere dimenticata. Il giorno 15 ed il giorno 16 ottobre scorsi, è andato bene l’esperimento dal titolo di ‘La Marsica accoglie Amatrice’, promosso dalla Pro Loco di Avezzano, in collaborazione con l’Amministrazione comunale e con la Onlus ‘Amatrice siamo noi’.

A testimoniarlo, in maniera vivida, sono state le presenze registrate: 2500 persone accorse nei due giorni di fiera, di cui 2000 paganti. Il Club della solidareità avezzanese, quindi, è proteso verso una città che fu, storicamente, di DNA abruzzese. 8 cuochi amatriciani a cucinare i prodotti tipici della loro terra: perché ripartire significa anche vivere con le spalle cariche e ricolme di progetti per il futuro.

«Nei due giorni di Amatrice nel cuore e nell’anima – spiega il vicepresidente della Pro Loco di Avezzano, Ilio Leonio – abbiamo degustato l’amatriciana nelle due particolarità al sugo e in bianco con le olive ascolane. Inoltre, ci sono stati degli stand propri Amatrice, in cui sono stati esposti ed apprezzati dai passanti alcuni dei prodotti più tipici della città romana. La pasta all’amatricia, inoltre, è stata preparata – aggiunge il vicepresidente – grazie alla fruizione della Cucina Mobile messa a disposizione dalla Croce Verde di Montesilvano».

Dai pecorini al miele locale: le due Pro Loco di Avezzano e di Amatrice hanno siglato, in questa due giorni dal gusto sociale, metaforicamente, un gemellaggio stretto a doppio nodo ed assolutaemente inossidabile. A far del bene, non ci si rimette mai.

Altre notizie che potrebbero interessarti

Caccia: ecco le istruzioni per il rilascio dei tesserini

Redazione IMN

Tagliacozzo: via alla fase di pre-esercizio per il progetto Zona a Traffico Limitato

Redazione IMN

Asl 1 Abruzzo, dal 1 aprile in servizio 5 nuovi autisti di ambulanze del 118

Redazione IMN