INFO MEDIA NEWS
Attualità NEWS

Valutazione d’impatto ambientale: via alle consultazioni per l’approvazione della nuova normativa

Il Consiglio dei Ministri, a seguito dell’emanazione a livello comunitario della direttiva che modifica la direttiva 2011/92/UE concernente la valutazione di impatto ambientale di determinati progetti pubblici, ha predisposto lo Schema di decreto di recepimento che modificherà in parte la normativa.

 

Lo rende noto la direttrice generale della Regione Abruzzo, Cristina Gerardis, che ha spiegato che «lo schema di decreto, prima di essere adottato definitivamente dal Governo, dovrà essere esaminato nell’ambito della Conferenza Stato-Regioni per l’acquisizione del relativo parere».

 

Prima di questo passaggio, al fine di esaminarne i contenuti di dettaglio e gli eventuali riflessi in ambito regionale, la Regione Abruzzo intende promuovere la partecipazione di tutti i portatori di interesse allo scopo di acquisire ogni utile elemento da rappresentare nell’ambito della Conferenza Stato-Regione.

 

A tal fine è stato convocato un incontro per martedì 11 aprile, alle ore 14 e 30 presso la sede della Regione Abruzzo in via Leonardo da Vinci, in Palazzo Silone. «Sarà un incontro importante per approfondire e valutare le tematiche rappresentate dal territorio», ha commentato il sottosegretario alla Presidenza della Regione con delega all’ambiente, Mario Mazzocca, «alle quali questo governo regionale riconosce una valenza fondamentale, oltre che per la tutela e la salvaguardia delle eccellenze ambientali, anche per lo sviluppo economico che in Abruzzo non può che passare lungo le linee della tutela e della valorizzazione del nostro patrimonio più grande: l’ambiente».

 

Foto di: primadanoi.it

Altre notizie che potrebbero interessarti

Ricercati dalle autorità estoni arrestati a Pescara per traffico di droga

Redazione IMN

Ponte Vomano, Bracco: «Provincia di Teramo delirante»

Redazione IMN

Tribunale, Verdecchia: «Il presidio di giustizia di Avezzano è in via di smantellamento, ma noi lo difenderemo»

Redazione IMN