INFO MEDIA NEWS
Attualità NEWS PRIMA PAGINA SLIDE TV

Vaccinazione per influenza stagionale: si parte il 6 novembre

Sono 54.000 le dosi a disposizione della Asl

La Asl annuncia che da domani, 6 novembre, in tutta la provincia dell’Aquila inizierà a somministrare i vaccini per l’influenza stagionale. Sono 54.000 le dosi a disposizione a cui se ne aggiungeranno altre in caso di necessità.
I medici ribadiscono che il vaccino, gratuito, è l’unica protezione sicura ed efficace contro il virus che quest’anno si annuncia abbastanza aggressivo.
Accanto alla Asl nella campagna contro l’influenza stagionale sono impegnati 229 medici di famiglia.
Le categorie e rischio sono: età pari o superiore a 65 anni; i bambini di età superiore ai sei mesi, ragazzi e adulti fino a 65 anni di età affetti da patologie che aumentano il rischio di complicanze da influenza; i bambini e adolescenti in trattamento a lungo termine con acido acetilsalicilico, a rischio di sindrome di Reye in caso di infezione influenzale; le donne che all’inizio della stagione epidemica si trovino in stato di gravidanza; gli individui di qualunque età ricoverati presso strutture per lungodegenti; medici e personale sanitario di assistenza; familiari e contatti di soggetti ad alto rischio; soggetti addetti a servizi pubblici di primario interesse collettivo e categorie di lavoratori; personale che, per motivi di lavoro, è a contatto con animali.
Inoltre si ricorda che i 65enni hanno diritto di ricevere gratuitamente il vaccino antipneumococcico che agisce contro la maggior parte delle infezioni più gravi (tra cui polmonite, meningite, sepsi). Questo vaccino, particolarmente protettivo, è gratuito per le categorie a rischio (malattie polmonari croniche, cardiopatie croniche ecc.). La vaccinazione è gratuita gli over 65 anche per l’herpes zoster (cosiddetto fuoco di Sant’Antonio).
Tra i soggetti invitati a vaccinarsi ci sono i donatori di sangue attivi che devono proteggersi per evitare di essere colpiti dal virus e ridurre le scorte di sangue. Il vaccino è molto importante anche per le donne in gravidanza: l’obiettivo è proteggere la futura mamma e il feto da potenziali infezioni, trasmettendo specifici anticorpi al neonato nei primi mesi di vita.

Altre notizie che potrebbero interessarti

Furto di mascherine al Pronto Soccorso di Avezzano?

In queste ore sta verificando il direttore sanitario.
Redazione IMN

Carabinieri Pescara: lascia il Colonnello Riscaldati

Eduardo Gambardella assumerà il nuovo incarico dal 9 settembre
Redazione IMN

Va in montagna e stacca il telefono per evadere dallo stress: la famiglia lo crede disperso

Redazione IMN