INFO MEDIA NEWS
NEWS Sport

Un nuovo fischio d’inizio per il calcio trasaccano

«Trasacco ha fame di calcio. Ieri al debutto in campionato gli spalti erano abbastanza nutriti, a testimonianza del legame che esiste tra la nostra gente e questo sport. Non importa se a portare avanti il calcio nel nostro paese siamo noi o qualcun altro, conta soltanto fare in modo che, alla domenica, le gradinate aprano ai tifosi».

C’è soddisfazione nelle parole di Alvise Di Salvatore, presidente della società sportiva che ieri ha esordito nel campionato di terza categoria. Il fascino del calcio torna a monopolizzare la domenica dei cari, vecchi tifosi del Trasacco. Un ‘reset’ a tutto campo, quanto mai necessario, dopo dodici mesi di assenza del paese marsicano dai campi di gioco.

trasacco1Pasquale Carusi, Emidio Esposito, Cristian Di Salvatore e Costantino Colangelo, questi i nomi in prima linea, braccia e menti del progetto di rinascita di quello che, stando ai gusti degli italiani, è lo sport più bello al mondo. Nero e arancio i nuovi colori, ma non disperate, non è ancora tempo di chiudere in soffitta l’amata maglietta rossoblu. La divisa storica del Trasacco verrà infatti utilizzata come seconda maglia, segno di memoria e collegamento con le tinte che, per anni, hanno colorato il viso e i cuori dei tifosi trasaccani.

«La squadra di terza categoria – ha continuato il presidente Di Salvatore – è l’evoluzione di quattro anni di lavoro nel settore giovanile. Inizialmente eravamo strutturati per coprire fino alla categoria dei Giovanissimi, al secondo anno abbiamo costituito anche quella degli Allievi, al fine di consentire ai ragazzi sopra età di proseguire il percorso di crescita. Durante la scorsa estate, con i responsabili del parco giovani, ci siamo radunati e interrogati sull’eventualità di costituire una prima squadra finalizzata all’inserimento dei ragazzi in uscita dalla Juniores. Tutti ci siamo detti pronti a imbarcarci in questa nuova avventura. Abbiamo immediatamente contattato Antonello Colangelo, proponendogli la guida tecnica della squadra. Ottenuto il consenso del mister abbiamo allestito una rosa di ragazzi straordinari, costituita per il 90 per cento da risorse di Trasacco, e per il 10 restante da giocatori arrivati dai paesi limitrofi. L’esordio di ieri contro l’Ovindoli è stato positivo, abbiamo portato a casa i primi tre punti. Ora pensiamo a divertirci e proseguire sulla strada che stiamo percorrendo».

trasacco4«Il primo obiettivo indiscusso è quello di dare un palcoscenico di gioco al nostro vivaio. I nostri Juniores hanno il dovere e l’ambizione di mettersi in mostra durante il proprio campionato per essere premiati con la convocazione in prima squadra. Colgo l’occasione per ribadire che siamo aperti a chiunque si riconosca nelle nostre finalità. Se qualcuno volesse entrare a far parte di questo grande team è ben accetto. Dalla nostra abbiamo un grande carico di entusiasmo. Non è un raggio di sole che fa una bella giornata, ma questo avvio di stagione ci fa ben sperare».

Il gruppo che fa capo alla società di calcio, è in realtà l’evoluzione naturale dell’Opoa Team Running, nucleo agonistico che ha portato oltre i confini regionali i talenti cresciuti e coccolati dalla grande famiglia sportiva di Trasacco.

plus-ultra-alvise-di-salvatore«L’attuale Plus Ultra esiste in realtà da 36 anni – ha concluso Alvise Di Salvatore – ed è quello che all’epoca si chiamava Gruppo Podistico di Trasacco. Nel 2010, al suo trentesimo anno, abbiamo scelto di rivoluzionarne il nome, con l’intento di raccogliere tante discipline sotto il segno di un’unica bandiera».

‘Oltre la competizione’, significato ed essenza di un gruppo ormai consolidato e fortificato dal tempo. La comunanza di obiettivi e il percorso di crescita stringono i nodi di un legame che si basa sulla condivisione di passioni e quotidianità. E se oggi Trasacco può tornare a far discutere di un fuorigioco o di un calcio di rigore, è grazie alla voglia di mettersi in gioco di coloro che, nel corso degli anni, hanno reso quel vecchio gruppo podistico cittadino, un’istituzione nazionale dello sport.

Altre notizie che potrebbero interessarti

Clinica Ini Canistro: sbloccati gli stipendi, ora urgono i pagamenti degli arretrati

Redazione IMN

Addio grande presidente: se ne va Mauro Zaffiri, l’uomo simbolo del rugby aquilano

Alice Pagliaroli

Coldiretti Chieti, rinnovo ai vertici: Pier Carmine Tilli è il nuovo presidente della Federazione provinciale

Redazione IMN