INFO MEDIA NEWS
Cronaca NEWS

Un fulmine colpisce la torre dell’orologio del Comune di Aielli: danni alle centraline e tanta paura

«L’ora è ferma alle ore 16 e 48. Non è il 5 novembre del 1985 e non ci sono DeLorean. Ma come a Hill Valley vogliamo il futuro». Il tempo che verrà, quello citato, parafrasando la trama di uno dei più famosi film di fantascienza di sempre, ‘Ritorno al futuro’, dal sindaco di Aielli Enzo Di Natale, non è più scandito, almeno al momento, dalla imperiosa torre dell’orologio del borgo marsicano. Mercoledì, infatti, durante il violento temporale abbattutosi sul paese, una folgore ha colpito il parafulmine in cima alla torre che affianca il municipio, causando diversi danni all’intera comunità.

Molte le centraline saltate sin da subito e, al momento, non è ancora stato possibili ripristinare la linea internet e telefonica di diverse zone di Aielli. «Tra i vari fulmini caduti ieri, durante il nubifragio che ha colpito Aielli – spiega il sindaco Enzo Di Natale alla Redazione di Info Media News – uno ha praticamente distrutto il parafulmini collocato sulla nostra torre dell’orologio. Oltre ai danni al servizio telefonico e informatico della comunità, l’orologio che decora la torre ha le lancette ferme alle ore 16 e 48».

Prima il lampo accecante, poi il boato. Pomeriggio di paura per Aielli, ma «a breve – continua Di Natale – tornerà la normalità. Siamo a lavoro per questo». Danni che, quindi, troveranno presto riparo.

Per una pagina spiacevole che, in breve tempo, verrà messa alle spalle, una buona novella occupa la cronaca recente del borgo di Aielli. «Non si può fare a meno di registrare – aggiunge il primo cittadino – il successo che sta riscuotendo la Torre delle Stelle, ovvero l’Osservatorio astronomico che ospita il nostro paese. La struttura, recentemente presa in gestione da un’associazione di ragazzi romani, dal nome ‘Pedagogia del cielo’, ha ufficialmente riaperto i battenti durante l’evento ‘Borgo Universo’. Durante le giornate del Festival, dal 6 al 9 luglio, davanti alla Torre si è formata la fila di visitatori interessati ad entrare e ammirare l’Osservatorio e la visione che esso regala». Un successo che sta continuando anche in questi giorni, portando sul territorio di Aielli numerosi turisti, amanti del manto blu del cielo e dello scintillio eterno delle stelle.

 

 

Foto di: Social Network

Altre notizie che potrebbero interessarti

Cultura: Pezzopane, un passo concreto per ‘l’anno Ovidiano’

Redazione IMN

Ad Avezzano un vecchio tronco diventa un’opera d’arte grazie alla mano di Pietro Mari

Redazione IMN

Master class di lusso a Trasacco per il mondo del calcio ‘da difendere’: lo Stadio ospiterà il coach Baldini

Maurizio Di Cintio