INFO MEDIA NEWS
Cronaca NEWS PRIMA PAGINA

Trema ancora l’Aquilano: scossa di magnitudo 4.2 nella notte a Campotosto

Questa notte, alle ore 4 e 13, la terra è tornata a tremare. Una scossa di magnitudo locale pari a 4.2 è stata localizzata a 3 chilometri ad ovest di Campotosto.

A registrare il fenomeno sismico la Sala Sismica dell’Ingv di Roma. L’epicentro è stato localizzato ad una profondità di 14 chilometri.

Altre scosse, di più lieve intensità, si sono verificate nei minuti immediatamente successivi al primo fenomeno sismico. La più forte ha fatto registrare una magnitudo locale pari a 2.4, registrata alle ore 4 e 16, con epicentro a Campotosto.

 

Aggiornamento dall’AGI delle 10 e 18.

La scossa di magnitudo 4.2 registrata tra Lazio e Abruzzo alle 4 e 13 della notte è stata chiaramente avvertita dai giocatori e dallo staff tecnico del Frosinone Calcio.

La squadra laziale è infatti da giorni in ritiro sul Monte Terminillo, a Rieti, dove l’hotel che ospita la società è stato precauzionalmente evacuato subito dopo la scossa che ha avuto epicentro nell’area tra Campotosto ed Amatrice.

Solo dopo alcuni minuti giocatori e staff sono rientrati nelle loro stanze, prima di riprendere la sessione degli allenamenti, che questa mattina è iniziata regolarmente.

 

Aggiornamento AGI delle 10 e 50.

Il terremoto di magnitudo locale 4.2 avvenuto questa notte alle 4 e 13 tra le province di L’Aquila e Rieti, a pochi chilometri da Campotosto, Capitignano, Amatrice e Montereale, si colloca in un’area a pericolosità sismica molto elevata e va considerato come un evento appartenente alla sequenza sismica di Amatrice-Norcia-Visso, legata all’estensione in atto lungo la catena appenninica.

Lo riferisce l’Ingv, rilevando che l’evento ha interessato l’estremità meridionale dell’area attivata dalla sequenza sismica di Amatrice-Norcia-Visso ed è avvenuto a pochi chilometri a nord-est rispetto alle quattro scosse di magnitudo uguale e maggiore di 5.0 avvenute il 18 gennaio 2017 tra Barete e Capitignano, sempre in provincia dell’Aquila. Da allora, in questa specifica parte dell’area attivata dalla sequenza di Amatrice-Norcia-Visso non erano state registrate altre scosse di magnitudo uguale o superiore a 4.0 prima di quella di stanotte.

La sequenza di Amatrice-Norcia-Visso è ancora attiva e nell’area interessata si continua a registrare una sismicità ben superiore a quella di fondo (507 scosse nella settimana dal 10 al 17 luglio e 532 la settimana precedente). Nella settimana precedente la scossa di stanotte, questa parte dell’area complessivamente attivata dalla sequenza sismica di Amatrice-Norcia-Visso non ha mostrato un’attività sismica superiore alla media se non nella giornata di ieri, quando sono state registrate 26 scosse (5 di magnitudo uguale o superiore a 2.0) in un’area di 10 km di raggio in prossimità dell’evento odierno.

 

 

Fonte: Ingv, AGI

Altre notizie che potrebbero interessarti

I lavori di ristrutturazione della casa di I. Silone

Il progetto ufficiale sarà presentato lunedì nel comune di Pescina
Redazione IMN

4 scosse in due ore e mezza: a L’Aquila nuova notte insonne

Gioia Chiostri

Pescasseroli, il corpo di Adriano Incrocci non era nella stanza da letto

Redazione IMN