INFO MEDIA NEWS
Cronaca NEWS

Trasacco, scatta il divieto assoluto di accensione dei fuochi per agosto: «Abbiamo attivato anche il Coc»

Continua la risposta attiva da parte delle varie Amministrazioni comunali della Marsica per controbattere l’insidua del fuoco. Un pericolo, questo, che sta arrecando disagio ed andando avanti da cinque giorni interi a questa parte. Sui vari fronti del fuoco che sta bruciando una montagna intera, sono dispiegate sul territorio interessato, posto tra Collelongo, Trasacco e Villavallelonga, forze e risorse dei Vigili del Fuoco di Avezzano e della Protezione Civile. Anche molti volontari di Trasacco non hanno seppellito l’ascia di guerra, ma stanno, in queste ore, continuando a tentare di dare quanto più aiuto possibile per fronteggiare il rogo vasto. E’ stato attivato proprio in questi ultimi minuti, infatti, anche il Coc da parte dell’Amministrazione comunale di Trasacco: uno primo e concreto step di ascolto  e aiuto connesso, prettamente, alla comunicazione in caso di emergenza, proprio per tentare di aiutare gli uomini dell’anti-incendio a far fronte al disagio di 5 giorni di fiamme alte, con la speranza che la situazione non si aggravi ulteriormente.

IMG_9557Il Centro Operativo Comunale, in stretto dialogo con il Centro Operativo della Protezione Civile regionale, è stato attivato qualche minuto fa, verso le ore 18 circa, in questo particolare caso ai fini dell’emergenza dell’incendio, e tenterà di dare una risposta fattiva alla situazione in maniera concreta. Il sindaco di Trasacco, inoltre, Mario Quaglieri, ha firmato proprio nella giornata di ieri, l’ordinanza di divieto assoluto di accensione di fuochi, valido per tutto il mese di agosto sul territorio comunale. Il divieto riguarda, in particolare, l’accensione di materiale vegetale proveniente da attività agricole e forestali, l’accensione di fuochi in prossimità di boschi, terreni pascolivi, agrari e cespugliati, nonché l’accensione di focolai lungo le arterie stradali provinciali, comunali e consorziali. A Trasacco, per ora, sono attivi almeno 15 volontari che stanno dando una mano su vari fronti, sempre connessi alla situzione attuale. E’, inoltre, scattato il divieto anche per l’uso di apparecchiature a fiamma libera che producano faville. Infine, è stato vietato anche il getto di fiammiferi, sigari e sigarette e la sosta o il parcheggio di autovetture a contatto con l’erba secca.

Il fuoco sta interessando un vasto territorio marsicano, quella della Vallelonga. Il danno paesaggistico è, ovviamente, ingente. A Trasacco, il fuoco non ha causato danni né alle cose né alle persone, ma una montagna intera sta bruciando da cinque giorni, con il fronte del rogo che si sta spostando verso Ortucchio. Il fronte del fuoco di Trasacco, invece, è, attualmente, sotto controllo dopo un’alzata di fumo e di fiamme avvenuta nel tardo pomeriggio di ieri.

IMG_9549

Altre notizie che potrebbero interessarti

Chieti, la fontana si accende di viola per sensibilizzare l’opinione pubblica sul tema dei parti prematuri

Gioia Chiostri

Incontri istituzionali per il sindaco di Tagliacozzo: ieri giornata dedicata ad importanti visite

Redazione IMN

Massacrò a pugni un turista tedesco: arrestato rugbista 20enne

Redazione IMN