INFO MEDIA NEWS
Cronaca NEWS PRIMA PAGINA

Trasacco piange la scomparsa di Nino Salvi, vero esempio di bontà d’animo: domani i funerali

Bandiera trasaccana della bontà di spirito, uomo dal grande sentimento altruistico e dalla grande passione volontaria: in poche pennellate colorate di descrizione della sua personalità, ecco che spicca, dalle parole di questo articolo di ricordo, la figura fulgida di Nino Salvi, ispettore di Polizia, attivista, volontario ed ex Presidente del Consiglio comunale di Trasacco. Salvi si è spento questa mattina, verso le ore 7 circa, all’Ospedale Civile di Avezzano, dove era ricoverato.

20 giorni fa, il peggioramento delle sue condizioni di salute. Salvi, infatti, ha lasciato questa terra a causa di un problema legato al cuore. Il sindaco di Trasacco, Mario Quaglieri, evidentemente addolorato per la notizia e la scomparsa improvvisa, come tutta la conca fucense del suo Comune di appartenenza, lo ricorda come un esempio brillante e maestoso da seguire, come una stella cometa, indice delle azioni buone.  «Un esempio attivo di volontariato e di dedizione nei confronti della sua comunità di appartenenza. – afferma, ascoltato dalla Redazione, il primo cittadino – Nino era il volontario per eccellenza, insomma. Negli anni, ha militato anche nell’Amministrazione trasaccana, rivestendo sia la carica di Presidente del Consiglio comunale, sia quella di assessore. Mi ha supportato, inoltre, per ben due anni, facendo parte del mio staff organizzativo: la gratuità delle sue azioni, assieme alla sua anima attenta, è sicuramente ciò che più stupisce. Una missione, la sua, nel vero senso della parola, quella rivolta alla crescita della sua cittadina di Trasacco». 

78 anni, quindi, e già lascia questa terra che tanto spesso ha calpestato in maniera approfondita e diversa, che tanto spesso ha percorso con il motore innato della passione.

Lascia una moglie e tre figli maschi. I funerali si terranno nella giornata di domani, alle ore 15 e 30 del primo pomeriggio, negli interni storici della Basilica locale di San Cesidio e Rufino. Cosa ricordare, quindi, a tal punto, di un uomo che tanto ha dato alla sua vita e a quella degli altri, in termini di altruismo? Come si suol dire in questi casi: parlano i fatti; soprattutto quando a ricordare un uomo di così alta densità morale è un articolo di giornale. Soprattutto quando i passi fatti sono così importanti, soprattutto quando si sente ancora la sua voce risuonate per le strade di Trasacco, intenta a dare il buongiorno.

Una scomparsa che pesa e che peserà. Ma ciò che, in realtà, non morirà e non scomparirà mai è proprio la luce delle azioni fatte. In questo caso, si tratta di una luce intensa e variopinta, come un arcobaleno dopo le prime avvisaglie di pioggia e di tempesta. Alla famiglia, le condoglianze profonde da parte di tutta la Redazione di InfoMediaNews.

Quando la morte succede alla vita, l’eternità succede alla quotidianità, sempre uguale a sé stessa. Trasacco ha un’altra bandiera da salvaguardare.

Altre notizie che potrebbero interessarti

Truffe on-line: tre arresti in Abruzzo

Gioia Chiostri

Scossa 3.0 a L’Aquila nella notte

Redazione IMN

Torna la Stagione Musicale al Teatro dei Marsi: in scena lo spettacolo ‘Chaplin in Jazz’

Redazione IMN