INFO MEDIA NEWS
Cronaca NEWS

Trasacco piange Don Antonio: il parroco è spirato a Roma ma darà l’ultimo saluto nella Marsica

Avrebbe avuto ancora tanto da dare e tanto da dire, ma, alla fine, il cielo lo ha richiesto e rivoluto con sé. La spalla che prima si porgeva per sorreggere le lacrime di un’altra, ora è volata via. Addio a Don Antonio Saracino, parroco di lunga data del Comune marsicano di Trasacco, che ha accompagno la vita del paese nei primi anni 2000. Sul social network, sono stati innumerevoli i messaggi di cordoglio rivolti al lutto di questa grave perdita. Don Antonio era ricoverato a Roma, presso il Policlinico ‘Gemelli’, ed è spirato ieri pomeriggio. Ieri sera, sul tardi, è giunta in paese la triste notizia.

 

Il parroco verrà sepolto a Trasacco, tra i respiri dei suoi concittadini. Don Antonio Saracino è stata una colonna infaticabile della comunità trasaccana di un po’ di tempo fa, ma il suo ricordo vigile e laborioso è rimasto vivo negli anni, come una specie di candela priva di cera e ricca di sola fiamma. Guido Venditti, presidente del Consiglio Comunale di Trasacco, lo descrive come «un vero religioso. Aveva – continua – un gusto elegante e raffinato anche nell’addobbare la Chiesa per la funzione domenicale». Il social network Facebook, sin da ieri sera, ha pullulato di messaggi di condoglianza e di vicinanza. Vari aneddoti ricordati e foto di rimembranza postate: un pastore di fede, di fatti, non svanisce mai fra le tortuose strade dei cuori che ha mitigato, nel tempo, con la preghiera.

 

Una morte, in questo caso, improvvisa, che ha lasciato anche qualche orma di amaro in bocca nella comunità. I funerali si terranno domani nel Comune romano di Albano Laziale nella Regione Lazio, dove officiava come prete, in un primo momento e, successivamente, nel paese marsicano. Qui verrà, infine, sepolto.

Altre notizie che potrebbero interessarti

Emiciclo, la settimana politica si apre con la Sanità: tra i progetti di legge anche il Garante dell’Infanzia

Redazione IMN

Elezioni regionali, Di Primio si dimette per candidarsi come ‘scelta’ del Centrodestra

Gioia Chiostri

Va a Marco Lodoli il premio letterario ‘Vittoriano Esposito’

Redazione IMN