INFO MEDIA NEWS
Attualità NEWS

Trasacco di rosso vestito contro la violenza sulle donne

La donna va rispettata ogni giorno e la violenza a suo danno va bandita sempre e comunque. Il 25 novembre, però, più di qualsiasi altro momento dell’anno, il mondo si unisce nell’urlare a pieni polmoni ‘Basta!’ alla violenza di genere. Il Comune di Trasacco, allora, in occasione della giornata mondiale contro la violenza sulle donne, diventa di rosso vestito.

«Sono molti anni ormai – spiega il sindaco di Trasacco Mario Quaglieri,  alla Redazione di InfoMediaNews – che, per partecipare alla giornata mondiale contro la violenza di genere, il Comune si adopera per esporre una grande vela, una sorta di manifesto, che è il nostro modo simbolico per sensibilizzare la popolazione del paese al grave problema che affligge la nostra società». «Inoltre, il contributo a manifestare la nostra vicinanza e il nostro sostegno, alle vittime di soprusi e violenze, viene da parte di tutta la gente trasaccana. Ogni negozio o bottega, infatti, per questo scopo, viene decorato con fiocchi e palloncini rossi», continua il sindaco.

Un paese intero, dunque, Trasacco, il 25 novembre indosserà il colore rosso, con l’obiettivo di risvegliare i cuori a battere anche per tutte quelle vittime di terribili ingiustizie.  «È con grande dispiacere che constato come, nonostante le varie iniziative che, a livello nazionale, vengono periodicamente organizzate, la donna continui ad essere, sempre più spesso, vittima della brutalità dell’uomo. L’obiettivo di giornate come la prossima del 25, allora, deve essere ambizioso. Bisogna cercare di fermare concretamente la malvagità di alcuni uomini, prima che sia troppo tardi», prosegue il primo cittadino di Trasacco.

L’interesse del Comune di Trasacco a una causa di così profonda umanità, quale quella della lotta contro la violenza di genere, è confermato anche dall’impegno profuso costantemente dai membri della Commissione per le pari opportunità; questi si rendono, e si sono resi negli anni, spesso protagonisti nell’organizzare varie manifestazioni che promuovano la sensibilizzazione per un problema troppo grave per essere sottovalutato. «Il Comune di Trasacco, poi, ha anche aderito alle iniziative di proposte nazionali in merito all’eliminazione del Femminicidio, quale, ad esempio, l’affissione di una targa contro la violenza di genere all’interno della sala consiliare», ricorda Mario Quaglieri.

È fondamentale, inoltre, rendere consapevoli del problema anche i più piccoli. Affinché, già nel loro percorso di formazione, essi possano essere cresciuti ed educati ai veri valori positivi da rispettare. In merito a ciò, il sindaco precisa: «negli scorsi anni, la Commissione per le pari opportunità ha attuato un piano di sensibilizzazione con le scuole stesse. Ci si è recati negli istituti scolastici per distribuire nastri e scarpette rosse». Mentre i ragazzi delle scuole medie, più consci della gravità della problematica, «hanno realizzato dei lavori molto importanti, soprattutto per la riflessione sul femminicidio che ne sta alla base, elaborata grazie all’aiuto di esperti in materia e psicologi»

Quella che porta avanti il paese di Trasacco, quindi, è una vera e propria campagna di sensibilizzazione, le cui varie tappe si stanno superando di anno in anno. La speranza è che, un giorno, il rosso che colora gli angoli del paese trasaccano, nella giornata del 25 novembre, non sarà più lo stesso colore del sangue versato da donne innocenti vittime della follia dell’uomo-bestia.

 

Foto di : Il Faro 24

Altre notizie che potrebbero interessarti

Sulmona, il sindaco Annamaria Casini ritira le dimissioni

Redazione IMN

Auto si ribalta lungo via Pecorale, a Trasacco: anziano conducente miracolosamente illeso

Gioia Chiostri

VIDEO. Saga Santa Croce: il bando va avanti, il 2017 incomincia con l’apertura delle buste pervenute

Gioia Chiostri