INFO MEDIA NEWS
Cronaca NEWS SLIDE TV

Trasacco, aggressore esce dal carcere

Il 77enne che ha aggredito il parroco don Francesco Grassi ha ottenuto i domiciliari

“Ho avuto un momento di buio, un black out mentale. E sono pentito del gesto”.

Così Luigi Cellini, 77 anni, di Trasacco (L’Aquila), che lo scorso 5 maggio ha cercato di uccidere, a coltellate, don Francesco Grassi, 58 anni, parroco della basilica dei Santi Cesidio e Rufino a Trasacco. Ha sferrato diversi fendenti mentre il religioso era in chiesa.

Il pensionato, rinchiuso nel carcere di Lanciano (Chieti), è stato ascoltato nei giorni scorsi dal gip del Tribunale di Avezzano, Daria Lombardi, e dal pm, il procuratore capo di Avezzano, Maurizio Maria Cerrato.

“Ha risposto alle domande – dice all’Adnkronos il suo difensore, l’avvocato Antonio Milo – E ha spiegato che si è trattato di un raptus. Ce l’aveva con delle persone per questioni legate ad una confraternita, ma il sacerdote non c’entra nulla”.

Al termine dell’interrogatorio, durato circa un quarto d’ora, l’anziano, che deve rispondere del reato tentato omicidio, dopo la convalida dell’arresto, ha ottenuto i domiciliari.

Intanto il parroco, che ha riportato ferite non gravi, è uscito dall’ospedale ed è già tornato a dire messa, perdonando l’aggressore.

Altre notizie che potrebbero interessarti

Scontro tra auto e ambulanza: feriti medico e operatori

Redazione IMN

Ruba 120 euro da un negozio a Giulianova, arrestata

Nei guai una 45enne con precedenti reati contro il patrimonio
Redazione IMN

Avezzano: approvato, nell’ultimo Consiglio comunale, il rendiconto dell’esercizio finanziario 2016

Redazione IMN