INFO MEDIA NEWS
NEWS SLIDE TV VIDEO

Torna l’incubo aumento pedaggi dal 1 gennaio 2022

Aumenteranno, secondo le tabelle, del 34%. Scaduto il congelamento di 24 mesi, i sindaci di Lazio e Abruzzo tornano a lottare. Sabato scorso inviata una lettera anche al premier Draghi.

Primo passo armarsi di nuovo e poi aspettare una risposta fattiva. Due anni di tempo, ma il famoso tavolo ministeriale-tecnico con i sindaci di due territori protagonisti – Lazio e Abruzzo – non si è mai più riunito, fino ad arrivare ad oggi, 14 ottobre, quando sembra essere già fin troppo vicino il primo giorno di Gennaio 2022. E allora prima che arrivi Capodanno, qualcosa bisognerà pur fare per scongiurare l’aumento catastrofico dei pedaggi autostradali di A24 e A25, che sarà pari al 34%.

Un aumento “spropositato e impossibile”, così è stato commentato dagli amministratori, e frutto di congelamenti e stop di questi ultimi anni.

Qualcosa, dicevamo, bisognerà pur fare: e allora proprio settimana scorsa, i sindaci e gli amministratori dei due territori coinvolti si sono riuniti proprio per incominciare a preparare un tavolo di lavoro e di aggancio col nuovo Governo. Punto numero uno: bloccare i pedaggi e ridefinire i criteri di concessione autostradale con Strada dei Parchi al fine di garantire ai pendolari e ai viaggiatori una tariffa adeguata.

Si torna alla lotta.

Altre notizie che potrebbero interessarti

Tagliacozzo, a Giada Venturini la “Mela d’oro”

Il giovane ingegnere elettrico, laureatasi con 110 e lode, è stata selezionata per il prestigioso ...
Redazione IMN

Pallavolo: 3-1 a Serbia, Italia vince Europei donne

La Nazionale femminile di pallavolo sale sul tetto d'Europa e lo fa davanti ai 20.565 spettatori ...
Redazione IMN

Avezzano: + ascolto per le scuole

Con l'associazione "Veronica Di Orio" per combattere i danni invisibili del Covid.
Redazione IMN