INFO MEDIA NEWS
Attualità NEWS

Tordera a Pescina: il Pta verrà riammodernato e il Ppi sarà attivo h24

Buone novelle in arrivo per l’ex ospedale di Pescina Serafino Rinaldi. Si è tenuto ieri, nel mattino, l’incontro tra l’Amministrazione comunale pescinese, gli operatori del Pta, Presidio territoriale di assistenza, e il Direttore generale della Asl 1 Rinaldo Tordera. Obiettivo del confronto: fare il punto della situazione sul Pta, presente sul territorio pescinese. Già nel luglio scorso era stato programmato un piano di riorganizzazione, proposto dalla Asl stessa, che prevedeva l’inserimento di una serie di servizi ulteriori, unito al potenziamento di quelli già attivi e funzionanti all’interno dell’ex ospedale Serafino Rinaldi. «La Asl sta rispettando i patti concordati con il documento dello scorso luglio. È pur vero, però, che se per alcuni lavori siamo già sulla buona strada, per altri, purtroppo, ancora ci troviamo in una situazione di stallo», a parlare è il sindaco della città siloniana, Pescina, intervistato dalla Redazione di Info Media News.

«Uno dei progetti in programma è quello inerente al potenziamento dei posti dell’Ospedale di comunità. Si è passati da 10 posti a 15, ma le nostre intenzioni prevedevano un minimo di 20 posti da ottenere; si sta, quindi, ancora lavorando per i 5 posti tuttora mancanti». Si tenterà, inoltre, di potenziare i servizi ambulatoriali. «Abbiamo, a tal proposito – continua il sindaco- chiesto un riammodernamento delle strutture del Pta, perché il problema delle prove di vulnerabilità è oggettivo e l’ospedale deve essere messo in sicurezza». Un riammodernamento che, al di là dei lavori per rendere sicuro l’edificio stesso, passerà inevitabilmente anche attraverso la sostituzione dell’apparecchiatura medica, con strumenti nuovi e innovativi, poiché «alcune apparecchiature di diagnostica sono piuttosto obsolete».

Dalla Asl c’è stata «un’importante apertura. – spiega il sindaco – Capiamo, ovviamente, il momento di difficoltà che l’azienda sanitaria sta attraversando. La Regione pone vari limiti, riguardanti, ad esempio la spesa per il personale addetto ai lavori». La Asl sembra, quindi, essere tra l’incudine e il martello: a mezza strada, cioè, tra l’Ente Regione Abruzzo che ne limita le spese e le Amministrazioni comunali che chiedono risorse per il mantenimento delle proprie strutture sanitarie.

«Tra circa dieci giorni, inoltre, il Direttore generale Tordera tornerà nuovamente a Pescina – conclude il primo cittadino – per visionare altri spazi del presidio e tirare le somme, anche in merito al confronto di ieri. La più grande vittoria, comunque, per il momento, è la permanenza del Ppi attivo h24. Lo ha riferito proprio Tordera, confermando quanto già detto dall’assessore regionale Paolucci nella riunione pubblica di Tagliacozzo».

 

 

Foto di: www.marsicalive.it

 

Altre notizie che potrebbero interessarti

Sante Marie si veste d’autunno: natura, ricette d’un tempo e storia per la 45esima Sagra della castagna

Kristin Santucci

VIDEO. Primo sopralluogo ufficiale del Gruppo Norda alla sorgente di Canistro: via libera alla V.I.A.

Gioia Chiostri

#Rigopiano, saltano gli interrogatori dei sei indagati

Redazione IMN