INFO MEDIA NEWS
Attualità NEWS PRIMA PAGINA SLIDE TV

Tekneko dona un ventilatore polmonare all’ospedale

Di Carlo: "Abbiamo deciso di donare questo strumento in segno di supporto ai medici e al personale che lavora ogni giorno tra tante difficoltà"

Tekneko tende una mano alla rete ospedaliera marsicana e dona un ventilatore polmonare doppio all’ospedale di Avezzano. La seconda ondata dell’emergenze coronavirus si è abbattuta in modo pesante sull’Abruzzo e in particolare sulla Marsica. Tekneko, società che gestisce il servizio di igiene urbana in diverse città dell’Abruzzo, del Lazio e della Puglia, è da mesi al lavoro con protocolli speciali per supportare i comuni e gli utenti nella lotta contro il virus. All’impegno quotidiano hanno voluto affiancare anche un impegno speciale verso l’ospedale di Avezzano che accoglie centinaia di pazienti ogni giorno.

Il presidente di Tekneko, Umberto Di Carlo, ha consegnato al reparto di Terapia intensiva del presidio ospedaliero della città un ventilatore polmonare doppio. Il macchinario era stato ordinato già nella prima fase dell’emergenza covid ma a causa di alcuni ritardi tecnici è arrivato solo in questi giorni. Alla consegna ha preso parte il sindaco di Avezzano, Gianni Di Pangrazio e il responsabile delle relazioni esterne dell’azienda, Edoardo Addari.

“Abbiamo deciso di donare questo strumento all’ospedale di Avezzano in segno di supporto ai medici e al personale che lavora ogni giorno tra tante difficoltà”, ha spiegato Di Carlo, “sappiamo che non è molto, ma speriamo possa contribuire a questa importante battaglia che tutti insieme stiamo portando avanti”.

Di Pangrazio ha precisato che “donazioni come queste ci fanno capire quanto è importante il senso di comunità, siamo sempre a disposizione per cercare di aiutare in questa seconda ondata di emergenza sanitaria”.

Un grazie a nome di tutto l’ospedale di Avezzano è arrivato dal dottor Cambise che ha ringraziato Tekneko per quanto fatto. “Un dono importante in questo periodo di emergenza sanitaria”, ha commentato Cambise, “è uno strumento importantissimo che sarà utile nel reparto di Terapia Intensiva”.

Altre notizie che potrebbero interessarti

Lutto nella Diocesi dei Marsi: muore monsignor Domenico Ramelli

Redazione IMN

I club di D compatti: “No alla retrocessione”

Il Comitato "Salviamoci" diffida Figc e Lnd
Redazione IMN

Come evitare la fuga dei cervelli? L’Abruzzo lancia la Strategia Regionale di Specializzazione Intelligente

Gioia Chiostri