INFO MEDIA NEWS
NEWS Politica PRIMA PAGINA SLIDE TV

Tasse terremoto 2009, vertice per evitare la restituzione

Marsilio si appella al governo per evitare la restituzione di 75 milioni di tasse sospese dopo il sisma di L’Aquila

Tasse terremoto 2009, vertice per evitare la restituzione

L’Aquila. L’Europa ha richiesto la restituzione delle tasse sospese dopo il terremoto del 2009 perché ritenute Aiuti di Stato. 75 milioni di euro per 124 aziende interessate di L’Aquila e del cratere sismico. Per scongiurare la restituzione, il governatore della Regione, Marco Marsilio, ha convocato ieri un incontro con il sindaco di L’Aquila, Pierluigi Biondi, l’assessore alle Aree Interne e del Cratere, Guido Quintino Liris e il coordinatore dei sindaci del Cratere sismico 2009, Francesco Di Paolo. «Io non mi porrei come primo obiettivo quello di guadagnare altri sei mesi di proroga – ha proposto Marsilio – perché sappiamo che queste proroghe, anche se hanno impedito di restituire subito questi soldi, non risolvono il problema alla radice e costringono le imprese ad accantonare riserve per le tasse da restituire, rallentando ogni loro tentativo di crescita e frenando le loro potenzialità economiche».

La proposta è quella di intervenire presso il governo nazionale perché assuma iniziative nei confronti dell’Europa per convincerla che non si tratta di aiuti di stato: «Il commissario europeo alla Concorrenza, Margrethe Vestager – ha aggiunto Marsilio – si è dimostrata disponibile al dialogo sostenendo che fosse il governo nazionale a dover assumere le iniziative del negoziato e a fornire spiegazioni nei confronti della Commissione».

L’ultimo termine per la restituzione delle tasse è il 31 dicembre.

Altre notizie che potrebbero interessarti

“Liberi, forti e uguali” ad Avezzano

Il 25 ottobre il dibattito al Comune
Redazione IMN

Mercoledì ad Aielli incontro per andare alla scoperta del Pianeta Marte

Redazione IMN

Avezzano, la squadra salta l’allenamento

I calciatori protestano per i mancati pagamenti
Redazione IMN