INFO MEDIA NEWS
Attualità NEWS SLIDE TV

Tamponi gratis per gli studenti di medie e superiori

I ragazzi che frequentano le scuole superiori di primo e secondo grado in Abruzzo possono recarsi in farmacia e sottoporsi gratuitamente al test rapido, dietro ricetta medica.

Novità sanitaria e di prevenzione per la platea studentesca d’Abruzzo, o meglio un servizio in più che dalle prime settimane di gennaio ha riguardato la comunità scolastica delle scuole superiori abruzzesi di primo e secondo grado (scuole medie e superiori).

Tamponi rapidi gratis nelle farmacie o nei laboratori convenzionati per studenti e studentesse dietro ricetta medica. Come funziona? Il medico di base o il pediatra compila la ricetta e poi con questo “lasciapassare” si può essere sottoposti a tampone gratuitamente, per accertare o meno la propria positività al Coronavirus.

La gratuità del test antigenico riguarda esclusivamente gli alunni delle scuole secondarie di primo e secondo grado, che si presentano ad esempio in farmacia con ricetta dematerializzata del proprio medico curante. Questo servizio gratuito è previsto anche in Regione Abruzzo sulla base dell’articolo 5 del Decreto Legge del sette gennaio scorso e riguarda le farmacie o strutture sanitarie accreditate. Se l’alunno che necessita del test, invece, invece frequenta ordini di scuola differenti, dovrà necessariamente rivolgersi alla Asl.

Questa novità è stata introdotta in Abruzzo per dar seguito alle indicazioni del decreto legge, che mirano a facilitare e massimizzare l’opera di tracciamento fra gli studenti e a consentire il regolare svolgimento delle lezioni in presenza. Il testo normativo, di fatti, prevede l’esecuzione gratuita di test antigenici rapidi per la rilevazione di antigene SARS-CoV-2 nell’ambito dell’attività di tracciamento dei contagi da COVID-19 nella popolazione scolastica delle scuole
secondarie di primo e secondo grado.

CHI PUO’ FARE I TAMPONI GRATIS? Innanzitutto occorre la ricetta elettronica dematerializzata dei medici di medicina generale o dei pediatri di libera scelta. Successivamente, il medico, a seguito di registrazione della ricetta elettronica, rilascia al genitore il promemoria o lo invia via mail.

Nelle farmacie e nei laboratori pubblici o privati convenzionati, a seguito di presentazione del promemoria della ricetta elettronica, gli operatori visualizzano la ricetta ed eseguono la presa in carico.

Il tampone effettuato dovrà essere caricato dal soggetto erogatore sulla piattaforma ATTRA (Applicativo Tracciatura Tamponi Regione Abruzzo), indicando l’esecuzione gratuita del test.

Altre notizie che potrebbero interessarti

Celano diventa città cardio-protetta

Presentato in conferenza stampa il progetto di salute. Saranno 13 i punti di intervento con ...
Redazione IMN

L’Aquila, il 7 ottobre riparte la scuola dell’infanzia

L’asilo nido, invece, riprenderà le attività il giorno successivo.
Redazione IMN

Marcozzi (M5S): “No al tavolo con Calenda e Renzi”

La capogruppo dei 5 Stelle: "Non ci sarà spazio per correnti di partito di Calenda e Renzi"
Redazione IMN