INFO MEDIA NEWS
NEWS Politica PRIMA PAGINA SLIDE TV

T-Red, De Angelis: «Esiste emergenza sicurezza stradale»

«2381 i verbali per passaggio con rosso in poco più di tre mesi»

Il Sindaco di Avezzano Gabriele De Angelis lancia l’allarme legato alla sicurezza stradale in città. Il primo cittadino ha diffuso alcuni dati interessanti riguardo le infrazioni sanzionati dal T-Red, il “semaforo killer” posto all’incrocio tra via XX Settembre e via dei Fiori. «2381 è il numero dei verbali per i passaggi con il semaforo rosso dai primi di dicembre 2018 al 14 marzo 2019. Un dato che conferma l’esistenza di una vera e propria emergenza di sicurezza stradale, ora sensibilmente ridotta», sottolinea De Angelis in una nota diffusa dal Comune.
Il Sindaco si sofferma anche sulle infrazioni, circa 10 mila, riguardanti il superamento della striscia orizzontale con il semaforo rosso: «si riferiscono a comportamenti meno pericolosi per l’incolumità dei cittadini, per questo ho disposto la sospensione del T-Red, provvedimento che avrei assunto prima se fossi stato informato da chi di competenza con maggiore tempestività del volume delle sanzioni e soprattutto del tipo di infrazioni».
Dichiarazioni al veleno anche per l’opposizione: «A chi afferma che il Comune volesse fare cassa con le multe» – continua il sindaco – «dovrei rispondere che gli avvocati-consiglieri comunali stanno cercando di accaparrarsi clienti per i ricorsi, ma non lo penso».
Nelle prossime ore scatterà una verifica sul sincronismo dei semafori e sul funzionamento generale del sistema. Difficile, infine, l’annullamento di tutte le multe, per le quali, tuttavia, è stata richiesta una ulteriore verifica dei verbali redatti.

Foto di: IlCentro.it

Altre notizie che potrebbero interessarti

Droga, marocchino arrestato dai Carabinieri: in casa aveva più di mezzo chilo di hashish

Gioia Chiostri

Oltre 60 vespisti a Capistrello

Il Club Vespasiani di Avezzano in tour tra le strade marsicane
Redazione IMN

Addio a Rodolfo Fanini, «Un medico dalle straordinarie qualità umane e padre fondatore della Lilt a L’Aquila»

Gioia Chiostri