INFO MEDIA NEWS
Cronaca NEWS

Stalking L’Aquila: notificato divieto di avvicinamento a un 64enne pluripregiudicato

Il personale della Squadra Mobile, sezione reati contro la persona, ha notificato ad un 64enne, pluripregiudicato, originario della provincia di Catania ma residente da anni a L’Aquila, la misura cautelare del divieto di avvicinamento alla compagna.

La misura cautelare è stata emessa dal Giudice per le indagini preliminari, dott.ssa Guendalina Bucella, su richiesta del sostituto procuratore, Stefano Gallo.

Il provvedimento si è reso necessario in quanto nel corso delle indagini, sono emersi gravi indizi di colpevolezza a suo carico in ordine al reato di stalking attuato nei confronti della compagna, una 45enne di nazionalità polacca.

In particolare, l’attività svolta ha messo in luce reiterate e quotidiane molestie, patite dalla donna negli ultimi 18 mesi, ad opera dell’uomo, che le hanno cagionato un gravissimo stato d’ansia.

Inoltre, la donna in un’ occasione è stata vittima di un grave episodio di violenza fisica che le ha causato un forte trauma cranico.

L’uomo, nella circostanza, è stato anche indagato per violazione degli obblighi di assistenza familiare, in quanto non ha provveduto a versare la somma stabilità dall’autorità giudiziaria per il mantenimento della figlia minore di 5 anni.

In relazione a quanto accertato, l’autorità giudiziaria ha emesso il provvedimento che impone all’uomo una serie di prescrizioni rigorose, quali il divieto di avvicinarsi all’abitazione e al luogo di lavoro della vittima e, nel caso di incontri casuali, di tenersi ad una distanza di almeno 500 metri dalla donna, nonché di evitare ogni tentativo di comunicazione, con qualsiasi mezzo, con la stessa.

Fonte: Questura L’Aquila

Foto di corriereditalia.de

Altre notizie che potrebbero interessarti

Scuole: il sindaco di Avezzano chiede al governo una legge finanziaria ad hoc sull’emergenza sismica in Italia

Redazione IMN

Anno nuovo…cabinovia nuova per Roccaraso «Gioiello di sicurezza»

Redazione IMN

Ecco i tre guerrieri della pace di Trasacco: Fabrizio, Gaudio e Antonio fino a Rigopiano per la fede nella bellezza dell’umanità

Gioia Chiostri