INFO MEDIA NEWS
NEWS PRIMA PAGINA SLIDE TV Sport

Staccata la targa in ricordo di Cesidio Innocenzi

Era stata fissata su una recinzione privata

La vicenda di Cesidio Innocenzi (la Ruspa per gli amici), nella Marsica è ormai nota a tutti. Amante della bicicletta, Innocenzi ha trovato la morte andando a scontrarsi con una mucca all’uscita di una curva nei pressi si Castellafiume, mentre stava compiendo una delle tante escursioni sulle due ruote che lo avevano reso celebre nel variegato mondo degli amanti della bici. Dopo una serie di indagini, l’inchiesta è stata archiviata perché non è stato possibile, secondo la giustizia, risalire all’animale che ne aveva causato il decesso, nonostante il Dna raccolto sulla bicicletta e sul corpo dello sfortunato ciclista. Nei giorni passati, gli amici gli avevano dedicato una targa che era stata collocata su un muro di una proprietà privata nei pressi di Fonte Capo La Maina, ma quella targa li c’è rimasta ben poco, perché l’altro ieri è stata rinvenuta a terra insieme al mazzo di fiori che era stato utilizzato nella breve cerimonia di commemorazione. Alla base del gesto, sembra ci sia la mancata richiesta di autorizzazione ad affiggere la targa sul muro.

Altre notizie che potrebbero interessarti

VIDEO. Dalle scuole chiuse all’Università con i corsi di specializzazione, Liris: «Strutture più funzionali, 3 errori e 3 battaglie»

Gioia Chiostri

VIDEO. Una Cabina di regia per abbattere le barriere architettoniche e culturali in città: Avezzano in prima linea senza divisioni e divisori

Gioia Chiostri

“In bicicletta tutti i giorni” esposizione fotografica ad Avezzano

La bicicletta da tutti i punti di vista
Redazione IMN