INFO MEDIA NEWS
Attualità NEWS PRIMA PAGINA SLIDE TV

Sismabonus ed Ecobonus diventano incentivi per le Ater

La Giunta regionale ha deliberato una serie di proposte, a partire dall'integrazione dei servizi a domanda debole di TUA

La Giunta regionale, riunita a Pescara, ha deliberato una serie di proposte, a partire dall’integrazione dei servizi a domanda debole di TUA spa da volgere in sub affidamento ai sensi dell’art.18 del contratto di servizio in “house providing” 2018-2027 (DGR n.439 del 29 luglio 2019). La proposta individua i seguenti lotti per il sub affidamento, previa procedura ad evidenza pubblica: Pescocostanzo, Rivisondoli, Roccaraso, Secinaro, Goriano Valli in provincia dell’Aquila per complessivi km. 155.536 annui; Pizzoferrato, Gamberale, Castel di Sangro, Lama dei Peligni, nella provincia di Chieti per complessivi 193.765 + 93.615, annui; Cortino, Valle Castellana, Civitella del Tronto in provincia di Teramo, per complessivi km 71.606 annui. Il totale dei km in sub affidamento, considerando questa ulteriore quota, arriva a km 1.798.285, comunque inferiore al tetto massimo consentito di km 1.928.722, calcolato ai sensi dell’art. 18 del contratto di servizio in “house providing” 2018-2027, sottoscritto tra Regione Abruzzo e TUA Spa. Altro provvedimento licenziato dalla Giunta regionale è volto a migliorare l’efficacia dell’azione di Protezione Civile regionale, individuando un polo logistico in Provincia di Teramo, dove poter raccogliere materiali e mezzi di proprio impiego, per l’assistenza alla popolazione in caso di situazioni emergenziali. Lo stabile individuato è denominato “Villa Clemente”, nel Comune di Notaresco, in Località Piana del Vomano, in Piazza Antonio Santarelli, di proprietà comunale, non utilizzato, che può essere assegnato in comodato d’uso gratuito al Servizio Emergenze di Protezione Civile, per un periodo di anni 5 prorogabile. Con tale decisione si dà seguito a quanto previsto dal Piano delle Attività preventivate per l’anno 2015 dal Servizio di Emergenza di Protezione Civile, tenuto conto che altri poli logistici saranno resi disponibili per le suddette finalità.

Ancora, la Giunta regionale ha approvato il Piano Operativo e gli indirizzi applicativi per l’emanazione dell’avviso pubblico a sostegno di attività di interesse generale, di cui all’art. 5 del codice del Terzo settore, da parte delle organizzazioni di volontariato e delle associazioni di promozione sociale, per l’anno 2019. Il Piano operativo deliberato è coerente con gli obiettivi dell’Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile, con le linee di indirizzo del Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali, nonché con l’atto di indirizzo dell’Assessore alle Politiche Sociali. Il Piano e gli indirizzi applicativi sono preliminari all’emanazione dell’avviso pubblico con cui individuare i soggetti attuatori. Inoltre, alla presentazione del Piano operativo saranno trasferiti i fondi ministeriali (euro 863mila 288,80 – anno 2020- pari all’80% del finanziamento totale).

L’Esecutivo ha poi approvato l’adesione al Protocollo d’Intesa con la Conferenza Episcopale Abruzzese Molisana (CEAM) per la collaborazione su iniziative estive per l’estate 2020. La proposta nasce dalla consapevolezza dell’importanza della funzione sociale svolta dalle parrocchie, dagli oratori e dagli enti riconosciuti, al fine di sostenere le progettualità diffuse nei territori in favore dei minori durante la stagione estiva corrente, e favorire esperienze che si conformino alle linee guida dettate dalla Comunità Scientifica in materia di salute e sicurezza, soprattutto nella attuale situazione di disagio conseguente all’emergenza pandemica Covid-19.

La Giunta ha approvato la variazione al bilancio di previsione finanziario 2020/22, per i seguenti interventi: porto di Giulianova (messa in sicurezza imboccatura portuale per euro 908mila 744); sistema depurativo Paglieta e Mozzagrogna (euro 887mila 618,42); programma di prevenzione del rischio sismico (euro 3milioni 927mila 706,45); fondo morosità incolpevole – accesso abitazioni in locazione (1 milione 314mila 635,37). Quindi, la Giunta regionale ha autorizzato il Comune di Martinsicuro ad assegnare un alloggio per grave emergenza abitativa.

L’Esecutivo, in materia sanitaria, ha poi istituito un Gruppo tecnico di lavoro finalizzato al riordino delle rete sanitaria regionale nel delicato comparto della Salute mentale composto dal Direttore del Dipartimento Sanità; dal Direttore dell’Agenzia Sanitaria della Regione Abruzzo; dai Direttori dei Dipartimenti di Salute Mentale delle Asl; dal Dirigente del Servizio del Dipartimento Sanità competente in tema di contratti degli erogatori privati; dal Dirigente competente in tema di programmazione socio-sanitaria; dal Dirigente in tema di integrazione sociale e disabilità. Inoltre, il Gruppo sarà integrato da Referenti dell’Autorità Giudiziaria e della Medicina Penitenziaria, in caso di pazienti socialmente pericolosi. L’Esecutivo ha poi provveduto a ripartire le disponibilità finanziarie per il Sevizio Sanitario Regionale Anno 2019 a favore delle Asl e della Gestione Sanitaria Accentrata presso la Regione, assegnate in base alle intese della Conferenza Stato-Regioni del 6 giugno 2019, per una disponibilità di euro 2 miliardi 394milioni 316mila 226. Si è poi provveduto a licenziare la riorganizzazione e il potenziamento della rete ospedaliera per emergenza COVID19 comprendente una tabella aggiornata sul piano dei costi della terapia intensiva e semintensiva, che sostituisce la precedente. La Giunta regionale ha costituito la delegazione trattante per la stipula dell’Accordo Integrativo Regionale. La proposta intende dare seguito all’Intesa della Conferenza Stato Regioni, per la disciplina dei rapporti con i medici specialisti ambulatoriali interni, veterinari ed altre professionalità sanitarie (biologi, chimici, psicologi) ambulatoriali.

Sulla base della legge regionale n.10 del 3 giugno 2020, che reca disposizioni urgenti a favore dei settori turismo, commercio a dettaglio ed altri servizi per contrastare gli effetti della grave crisi economica derivante dall’emergenza epidemiologica da COVID 19. Tutte le somme che derivano dal cosiddetto Sismabonus ed Ecobonus diventano incentivi per le Ater e distribuiti in proporzione al numero degli alloggi: Ater L’Aquila, euro 365mila 700; Ater Teramo, euro 244mila 200; Ater Pescara, euro 447mila 300; Ater Chieti, euro 238mila 050; Ater Lanciano euro 204mila 750.

Altre notizie che potrebbero interessarti

Capistrello, si dimette il Presidente del Consiglio Francesco Bisegna

Redazione IMN

VIDEO. Provincia, il tour prosegue ad Ovindoli e Pescasseroli: fattibilità degli interventi la parola chiave

Gioia Chiostri

Riserva del Salviano: a passo di biodanza nei sentieri della natura

Redazione IMN