INFO MEDIA NEWS
Cronaca NEWS

Si è spento, nel dolore comune di tutti, il direttore di Rete8 Pasquale Pacilio

La morte di un signore, fa sempre più rumore della morte di un gigante. Si è spento questa notte, in seguito ad una terribile, malattia lo storico direttore di Rete8, Pasquale Pacilio. «Colonna portante dell’emittenza privata abruzzese, Pacilio lascia un vuoto incolmabile nel mondo dell’informazione regionale», così i membri della sua Redazione.

L’annuncio – con l’incipit ‘Ciao Direttore’ – è stato diffuso dalla redazione di Rete8 attraverso il suo sito web. Nato a Gricignano di Aversa, in provincia di Caserta, il 13 giugno 1949, era stato dapprima collaboratore de ‘Il Mattino’ e poi alla fine degli anni ’70 il suo trasferimento in Abruzzo dove ha contribuito alla nascita e alla diffusione delle prime televisioni private.

E’ stato direttore di Telemare dove ha dato un impulso decisivo alla crescita dell’informazione televisiva consentendo ad una delle prime emittenti private pescaresi di diventare in breve tempo azienda leader in regione. «La sua ultima apparizione in uno dei suoi format di maggiore successo, – ricorda la sua Redazione in una nota – è stato lo speciale elezioni del giugno scorso, quando, già alle prese con questa crudele malattia, ha condotto la trasmissione, per diverse ore, tutta in diretta, con la consueta professionalità e competenza. Lascia la moglie Giulia, i figli Massimo, Marco e Silvia».

La redazione, infine, rende noto che in giornata sarà allestita la camera ardente presso la Casa di cura Pierangeli. Non risparmia parole di sconforto e di conforto, il presidente della Giunta abruzzese, Luciano D’Alfonso, il quale, in una comunicazione tempestivamente diramata, afferma che: «Apprendo con sgomento e profondissima tristezza della scomparsa di Pasquale Pacilio. Egli è stato un elemento fondamentale per la modernizzazione e la crescita della consapevolezza nella nostra regione. Ha fatto conoscere la dimensione del dibattito e le classi dirigenti a tutte le famiglie – ha sottolineato il governatore – entrando nelle case degli abruzzesi con il garbo e la simpatia che tutti gli riconoscevano. L’opinione pubblica dell’area metropolitana di Pescara-Chieti deve molto alla sua rigorosa creatività».

D’Alfonso ha annunciato che lavorerà «alla creazione di un premio o di una manifestazione che ne ricordino la figura sia dal punto di vista professionale che umano. Alla sua famiglia e allo staff di Rete8 – conclude il presidente – va il mio abbraccio dolente e commosso». Gli fa eco anche il presidente del Consiglio regionale d’Abruzzo, Giuseppe Di Pangrazio, il quale ha posto l’accento sul fatto che la scomparsa di Pacilio, addolori l’intera Regione. Il presidente ha espresso alla famiglia di Pasquale Pacilio ed all’emittente televisiva Rete8, il cordoglio dell’intero Consiglio regionale.

«La sua scomparsa – commenta il presidente – è una notizia che addolora l’intera Regione e tutto il mondo dell’informazione. Pacilio ha raccontato e promosso l’immagine della nostra Regione per 40 anni contribuendo in maniera significativa alla nascita delle televisioni private ed al racconto delle storie dei cittadini abruzzesi. L’informazione regionale – osserva Di Pangrazio – perde un personaggio importante ed autentico che con le sue interviste aveva avvicinato le istituzioni agli abruzzesi. Il mio personale ricordo e’ quello di un uomo perbene che credeva nell’ informazione come strumento utile alla crescita dell’Abruzzo», conclude Di Pangrazio.

Altre notizie che potrebbero interessarti

VIDEO. Taglio del nastro al nuovo Istituto ‘Sabin’: sorrisi e commozione all’inaugurazione

Redazione IMN

Meteo, primavera in ritardo: in arrivo una settimana fresca e instabile

Redazione IMN

VIDEO. Allarme ISTAT sul calo nascite, e la Marsica?: «Mobilità attiva, in molti scelgono Avezzano»

Kristin Santucci