INFO MEDIA NEWS
NEWS Politica SLIDE TV

Scurcola, Bartolucci: “Politica del selfie non mi appartiene”

Ex vicesindaco del Comune ai cittadini: "È doveroso da parte mia informarvi sulle dimissioni dalla carica di vicesindaco e assessore delegato alla frazione che ho rassegnato. Il rispetto è per me una linea invalicabile"

“È doveroso da parte mia informarvi sulle dimissioni dalla carica di vicesindaco e assessore delegato alla frazione che ho rassegnato in data 17 febbraio 2021, vista l’enfasi e il modo subdolo da parte dell’ex primo cittadino e di qualche ex consigliere del nostro comune di narrare l’accaduto che ci ha visti tutti coinvolti”.

Inizia così la lunga lettera inviata da Roberta Bartolucci a tutti i suoi concittadini “in seguito alle incresciose vicende che mi hanno vista presentare le mie dimissioni dalla carica di vicesindaco del Comune di Scurcola Marsicana”.

“Mi spiace, questa politica del selfie, dei social network non mi appartiene! Il rispetto è per me una linea invalicabile!”, spiega ancora.

“Non si può assolutamente essere ciechi ed inerti davanti a tutte le richieste che quotidianamente vengono portate all’attenzione di un amministratore comunale! apprendo dalla dichiarazione della signora Morgante l’accusa di non essere stata presente alle ultime giunte”, sottolinea in un altro passaggio.

LA LETTERA COMPLETA

Miei cari concittadini

È doveroso da parte mia informarvi sulle dimissioni dalla carica di vicesindaco e assessore delegato alla frazione che ho rassegnato in data 17 febbraio 2021, vista l’enfasi e il modo subdolo da parte dell’ ex primo cittadino e di qualche ex consigliere del nostro comune di narrare l’accaduto che ci ha visti tutti coinvolti.

Il continuo rinnovamento normativo, la crescita dei limiti che vengono imposti per la gestione delle risorse economiche riescono a mettere a dura prova chiunque ci si trovi di fronte. le strade percorribili per superare ed affrontare questo ostacolo si possono contare sulle dita di una mano, l’ho sempre ribadito!

È necessario ridurre gli sprechi, orientando le scarse risorse a disposizione su progetti mirati e qualificati e soprattutto condivisi da tutta la comunità, facendo appello a quella straordinaria riserva di energia umana che è l’associazionismo, in modo da rispondere alle necessità di una piccola, ma articolata comunità come la nostra.

Un amministratore pubblico riceve quotidianamente richieste e sollecitazioni da parte dei cittadini ed è suo compito dare credito e risposte ad ognuna di esse operando sempre nell’interesse del bene comune.

Non si può assolutamente essere ciechi ed inerti davanti a tutte le richieste che quotidianamente vengono portate all’attenzione di un amministratore comunale! apprendo dalla dichiarazione della signora Morgante l’accusa di non essere stata presente alle ultime giunte.

Giunte precedute da riunioni per le quali non venivo convocata! ritengo fondamentale non poter deliberare “alla cieca”! speravo che l’ex sindaco si accorgesse di questa mia assenza, un segnale non considerato minimamente dalla Morgante e dagli ex consiglieri, palesando pubblicamente da tempo senza alcun problema, la totale assenza di considerazione nei miei confronti e di conseguenza nei confronti di tutti i cittadini che ho rappresentato! Sono stata estromessa da qualsiasi azione politica, vedute, riunioni e soprattutto progetti importanti avviati dalla sottoscritta attraverso l’interlocuzione con gli enti locali di competenza al fine di realizzare opere viarie di notevole rilevanza per tutto il nostro territorio comunale, al fine di garantire sicurezza a tutti gli automobilisti che le percorrono e a tutti coloro che le attraversano quotidianamente.

Voglio ricordare ai miei detrattori solo alcune delle mie infinite ed estenuanti segnalazioni portate alla loro attenzione e all’attenzione degli uffici competenti: il funzionamento ad “intermittenza” della pubblica illuminazione lungo vari ed importanti tratti stradali, lo stato di abbandono inaccettabile di numerosissime strade dimenticate del nostro intero territorio comunale, le varie problematiche che hanno interessato purtroppo entrambi i cimiteri, i tombini totalmente intasati con la conseguenza dei vari allagamenti ben noti a tutti, la potatura degli alberi effettuata solo nel 2020 dal lontano 2016, la pulizia dei fossati di competenza dell’ente…non dimentichiamo l’installazione delle due isole ecologiche, che non pochi disagi hanno creato a tutte quelle attività commerciali che non potendo riporre all’interno della loro attività i vari mastelli sono obbligati quotidianamente a recarsi presso i vari siti di installazione delle suddette isole senza considerare minimamente gli eventi metereologici avversi.

A giugno del 2020 a seguito di una lettera da me sottoscritta indirizzata a tutto il Consiglio comunale, nella quale evidenziavo alcune importanti problematiche relative il nostro territorio, come risposta ho ricevuto l’invito da parte della sig.ra Morgante a rassegnare le dimissioni.

I contenuti della suddetta lettera non hanno destato alcuna attenzione da parte dell’ex sindaco se non mettere a nudo l’intenzione da parte sua di calpestare, di ignorare e di delegittimare la mia persona e le mie idee; è palese che il suo unico scopo era quello di ottenere il mio voto a favore sia in consiglio che in giunta.

Penso sia inutile essere presenti a tutte le cerimonie ed eventi locali quando poi non si rappresenta direttamente il comune di Scurcola Marsicana nelle sedi extra comunali ricorrendo a delegare soggetti esterni anzichè membri della propria amministrazione ed inutile celebrare ricorrenze, stendere corone d’alloro, declamare in pubblico versi democratici, quando poi nel quotidiano è tutto l’opposto.

Mi spiace, questa politica del selfie, dei social network non mi appartiene! Il rispetto è per me una linea invalicabile!

Altre notizie che potrebbero interessarti

Tutto pronto per “Pinocchio, Il Musical”

Spettacolo di danza in scena questa sera in Piazza Risorgimento
Redazione IMN

VIDEO. Il grido di allarme del settore benessere

"Un intervento a fondo perduto potrebbe riuscire a mettere al sicuro la liquidità".
Redazione IMN

Santa Croce, Colella cita in giudizio l’assessore Buffone per diffamazione aggravata

Redazione IMN