INFO MEDIA NEWS
NEWS Politica SLIDE TV

Scoccia: “Pesca sportiva al palo, Regione sorda”

Appello a Imprudente: "Si mobiliti per consentire lo svolgimento della pesca sportiva tutelando così gli interessi del comparto"

“Pesca sportiva ferma: il governo Marsilio lascia al proprio destino una interna categoria”.

Esordisce così il consigliere regionale Marianna Scoccia (Gruppo Misto).

“Nel mese di Aprile 2020, un decreto del Ministero competente ha inserito nuove e stringenti disposizioni relative alla gestione della pesca sportiva – continua il consigliere regionale – La legge è entrata in vigore dallo scorso primo marzo e in Abruzzo la Giunta Marsilio, a differenza di altre Regioni, non ha messo in campo alcuna azione propositiva al fine di ottenere, dal Governo centrale, almeno una deroga, relegando, di fatto, un intero settore alla completa inattività”.

“Uno dei tanti comparti prostrato dalle restrizione dovute alla pandemia che, a causa dell’inerzia dell’assessore competente, continua a non ricevere risposte. Sono state molteplici le proteste delle associazioni di categoria, delle società sportive e dei gestori degli impianti dedicati alla pesca sportiva ma il Governo regionale si è mostrato sordo agli appelli accorati di un interno comparto”, sottolinea.

“Mi appello all’assessore competente Emanuele Imprudente affinché si mobiliti per consentire lo svolgimento della pesca sportiva tutelando così gli interessi del comparto e di tanti appassionati”, conclude Scoccia.

Altre notizie che potrebbero interessarti

San Benedetto dei Marsi: minacciano di buttarsi dal tetto della loro casa per non andare in carcere

Gioia Chiostri

Pucetta Calcio fa gol contro il Coronavirus: donazione alla Asl 1

Ecco l'iniziativa spontanea dei calciatori gialloblù. I giocatori marsicani hanno segnato il gol ...
Redazione IMN

Abruzzo, arrivano i dati dell’Istituto Nazionale di Statistica sugli incidenti stradali

Redazione IMN