INFO MEDIA NEWS
Attualità NEWS SLIDE TV

Santa Barbara, “Vigili del Fuoco vicini alla quotidianità della gente”

Il Ministero dell'Interno alla celebrazione per la patrona dei Vigili del fuoco. Ha detto: "Siete testimonianza continua di presenza, tempestività e affidabilità".

Il ministro dell’Interno Luciana Lamorgese ha partecipato ieri mattina a Roma nella basilica di San Pietro, nella Città del Vaticano, alla messa per la ricorrenza della patrona del Corpo nazionale dei Vigili del fuoco, santa Barbara, insieme con il sottosegretario all’Interno Carlo Sibilia, il capo dipartimento dei Vigili del fuoco, del Soccorso pubblico e della Difesa civile Laura Lega e il capo del Corpo nazionale dei Vigili del fuoco Guido Parisi.

Il valore della ricorrenza, celebrata con l’accompagnamento nmusicale della banda dei Vigili del fuoco, travalica il significato religioso facendone l’occasione per riflettere sul ruolo dei VVf nel sistema-Paese ricordandone impegno, prossimità alle persone, professionalità, come esprimono le parole del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella nel messaggio inviato per le celebrazioni al capo dipartimento Lega.

«Rivolgo il riconoscente saluto ai Vigili del Fuoco di cui, in anni, ho potuto particolarmente apprezzare le doti di professionalità, generosità e umanità per le quali riscuotono la stima e l’affetto di tutta la comunità nazionale», dichiara il Capo dello Stato ricordando le altre importanti ricorrenze che hanno interessato il Corpo nazionale nel corso del 2021, come «l’ottantesimo anniversario dall’inaugurazione delle Scuole Centrali Antincendi di Roma, istituto che ne custodisce e tramanda il patrimonio di valori e saperi tecnici; il sessantesimo del Centro Studi ed Esperienze, struttura di eccellenza per lo studio, l’omologazione e l’approvazione dei prodotti antincendio; nonché l’ottantesimo e il sessantesimo anniversario dalle leggi di riordino che, rispettivamente nel 1941 e nel 1961 segnarono significativamente l’evoluzione organizzativa del Corpo verso l’ordinamento attuale».

«L’impegno dei Vigili del Fuoco a tutela della vita umana e della pubblica incolumità, nonché dell’integrità dei beni pubblici e privati, si è rinnovato anche di recente in occasione di eventi alluvionali e incendi boschivi che hanno colpito diverse località del Paese» ricorda ancora il Presidente della Repubblica rievocando fatti confermati dai dati sull’attività dei Vigili del fuoco dal 1° gennaio al 30 novembre 2021: 663.450 interventi a fronte dei 617.265 svolti nello stesso periodo del 2020, con un aumento del 7,48% nel quale spicca l’aumento di quelli per incendi boschivi, 114.085 quest’anno contro gli 82.247 del 2020.

Un impegno senza sosta riconosciuto dal ministro Lamorgese, che ha espresso il «ringraziamento del ministero dell’Interno per l’opera generosa e meritoria svolta da una delle sue componenti più popolari e benvolute», un’opera ripagata dalla stima degli italiani che tributano ai Vigili del fuoco un gradimento dell’87,7%, come è emerso ieri sera durante la presentazione del calendario storico 2022 del Corpo

Questa stima, afferma il ministro nel messaggio per santa Barbara 2021, è «diretta conseguenza di quella testimonianza continua di presenza, tempestività e affidabilità che, da sempre, ne rappresenta la cifra distintiva immediatamente riconoscibile».

«Vicini alla gente e alla loro quotidianità, i Vigili del fuoco custodiscono e divulgano la cultura della safety» intesa come prevenzione dei rischi, tutela dell’incolumità delle persone e dell’inegrità dei beni, sottolinea ancora la titolare del Viminale, mettendo in luce un elemento di grande attualità: di tale cultura «oggi più che mai, il nostro Paese ha bisogno a tutti i livelli, perché essa costituisce la precondizione per il raggiungimento di molti degli obiettivi strategici dei prossimi anni».

Gli obiettivi posti dal Piano nazionale di ripresa e resilienza (Pnrr) e dalla ripresa post-pandemia, la transizione economica ed ecologica verso modelli di sviluppo più inclusivi e sostenibili passano «attraverso il rispetto di strumenti regolatori e norme tecniche che garantiscano la sicurezza del patrimonio edilizio, dei siti turistici e culturali e dei luoghi di lavoro, la riduzione dei rischi sismici e idrogeologici, la compatibilità delle attività produttive con la tutela e la rigenerazione ambientale», osserva infatti il ministro Lamorgese sottolineando come in questo quadro sarà sempre più «fondamentale il ruolo della formazione tecnico-specialistica e della ricerca applicata», ambiti nei quali i Vigili del fuoco coltivano «una tradizione di altissima professionalità».

Senza tralasciare «il ricordo riconoscente e commosso del sacrificio dei Vigili del Fuoco caduti nell’adempimento del loro servizio» festeggiare santa Barbara diventa l’occasione per ribadire da parte del ministro «il mio personale e convinto sostegno affinché ciascuno di loro sia sempre messo nelle condizioni migliori per potere operare efficacemente in serenità e sicurezza», e l’augurio alle donne e agli uomini dei VVf di vivere la festa consapevoli del «prezioso contributo reso a vantaggio del bene comune».

Altre notizie che potrebbero interessarti

22enne colto in possesso di droga e di un coltello, denunciato

Redazione IMN

Polizia: si insedia a L’Aquila il nuovo capo della Mobile

Recenti le indagini, condotte proprio dalla Squadra Mobile, sull'aggressione avvenuta al sottopasso ...
Redazione IMN

Babbo esce allo scoperto, domani presenta il programma alla città

Il candidato sindaco: «C’è necessità di ritrovare un punto di incontro tra politica e cittadinanza. ...
Redazione IMN