INFO MEDIA NEWS
NEWS Politica PRIMA PAGINA SLIDE TV

Sanità: Quaglieri replica a Paolucci

Il presidente della commissione Sanità parla del piano che la Giunta sta mettendo in pratica con le Asl

“Il consigliere Paolucci continua a spararla grossa per cercare cinque minuti di celebrità personale. Come se non fosse stato lui a far trovare alla Giunta Marsilio Asl e ospedali in stato di abbandono, fatiscenti, senza primari e dirigenti e con liste di attesa da far vergognare l’Abruzzo di fronte all’Italia intera. Ora fa lo sciacallo lanciando l’allarme sulle liste di attesa, come se i mesi di blocco delle attività sanitarie provocati dal Covid fossero colpa di Marsilio. Il piano straordinario che la Giunta sta mettendo in pratica con le Asl dimostrerà tra qualche mese che non solo verranno recuperate le prestazioni degli ultimi mesi, ma saranno strutturalmente abbattute le lunghe liste della vergogna che hanno contribuito non poco alla sonora bocciatura di Paolucci e del suo partito alle elezioni regionali. Quanto agli stipendi dei Direttori generali delle Asl (argomento che, lo abbiamo capito, suonerà come un disco rotto per tutta la vita in cerca di facili successi): ci faccia sapere Paolucci se considera giusto, equo, dignitoso e rispettoso dei lavoratori abruzzesi sostenere che chi esercita una professione nella nostra regione debba essere pagato il 30 per cento in meno del resto d’Italia. Il lavoro in Abruzzo vale di meno? Per la Giunta Marsilio no. Per questo ha riallineato i compensi alla media nazionale, anzi: l’Abruzzo resta ancora oggi una delle Regioni più ‘sobrie’, ma dove non si viene ‘penalizzati’ economicamente, con il risultato di non poter attrarre i migliori professionisti come avveniva in passato” è quanto dichiara in una nota il consigliere regionale Fratelli d’Italia e presidente della commissione Sanità, Mario Quaglieri.

Altre notizie che potrebbero interessarti

Imprenditori specialisti dell’alimentazione a confronto con ricercatori di fama internazionale

Alice Pagliaroli

Bonus 600 euro: anche i lavoratori sportivi dilettanti tra i beneficiari

Riconosciuta indennità per i mesi di marzo, aprile e maggio 2020
Redazione IMN

Coronavirus: oltre 37 mila contagi sul lavoro

Lo riporta un report dell'Inail: 129 le vittime
Redazione IMN