INFO MEDIA NEWS
NEWS SLIDE TV

Sanità Molise: in calo interruzioni volontarie gravidanza

In molte hanno deciso di effettuare l'intervento fuori regione

Nel 2020 in Molise sono state effettuate 258 Interruzioni volontarie di gravidanza (Ivg), in diminuzione rispetto al precedente anno (288).

È quanto emerge dalla Relazione del ministro della Salute al Parlamento sull’attuazione della legge 194/78 che contiene le norme per la tutela sociale della maternità e per l’interruzione volontaria della gravidanza.

Nella grande maggioranza dei casi, le Ivg effettuate in ciascuna regione riguardano donne residenti nel territorio di intervento.

Nel 2020 percentuali più elevate del 20% di mobilità intra-regionale sono riportate in Campania, Molise, Calabria e Abruzzo.

Dai dati si osserva, inoltre, una percentuale di immigrazione da altre regioni pari o maggiore del 10% in Umbria, Molise e Basilicata, come negli anni precedenti.

“Tuttavia – si legge nella relazione – per avere un quadro completo del fenomeno migratorio è necessario conoscere i flussi in uscita (donne residenti nella regione considerata che vanno ad abortire in altre regioni). L’esempio di Basilicata e Molise è paradigmatico: nel 2020 presentano un flusso in entrata pari rispettivamente al 18,0% e 15,1%, ma hanno anche un consistente flusso in uscita verso altre regioni, tanto che il tasso di abortività per residenti in entrambe le regioni è più elevato di quello per Regione di intervento”.

Altre notizie che potrebbero interessarti

A Pescina due furti in poche ore, l’appello del sindaco

Zauri: "Salvaguardiamo il nostro territorio a partire da noi stessi"
Redazione IMN

GdF, per il 2020 nessuno concorso per gli Allievi Finanzieri

Per l'anno 2020, gli allievi finanzieri saranno tratti dagli idonei non vincitori dei concorsi dei ...
Redazione IMN

Caos Immacolata, Angelosante: “Una telenovela”

Consigliere regionale della Lega commenta la notizia delle dimissioni di alcuni dirigenti medici: ...
Redazione IMN