INFO MEDIA NEWS
Cronaca NEWS SLIDE TV

Sanità, Di Pangrazio torna a scrivere a Testa

Due lettere nel giro di poco tempo, a cavallo tra vecchio e nuovo anno. Uno solo il grande punto interrogativo, che viene rimarcato dal primo cittadino, paladino dell'Adunanza dei sindaci marsicani: "A che punto è la procedura per la realizzazione del Nuovo Ospedale dei Marsi?".

Adunanza: sindaci ribadiscono punti ferma a Testa

Il Sindaco Giovanni Di Pangrazio prende di nuovo carta e penna e torna a sollecitare con determinazione l’affidamento della progettazione del nuovo ospedale.

“La procedura – scrive il primo cittadino di Avezzano in una lettera rivolta al direttore generale della ASL Roberto Testa – è inspiegabilmente ferma da tempo nonostante il nulla osta della Regione Abruzzo ufficializzato dall’Assessore alla Sanità Nicoletta Verì nell’incontro con il parlamentino dei sindaci marsicani del 13/11/2020”. Così si legge in una nota ufficiale, diramata dalla segreteria stamattina. La prima lettera, di carattere ufficiale, era stata inviata dal sindaco di Avezzano, all’indirizzo del direttore generale della Asl numero 1 già il 17 dicembre scorso. Poi c’è stata l’adunanza numero 2 dei primi cittadini dell’area marsicana dell’Abruzzo.

“Non si ravvisano – afferma Di Pangrazio – motivi che possano giustificare ulteriori ritardi, visto che ci sono i fondi per poter procedere alla realizzazione del presidio e l’emergenza coronavirus ha confermato la ben nota inadeguatezza dell’ospedale Santi Filippo e Nicola”.

Il territorio è classificato zona sismica di primo grado e l’utenza, con gli arrivi da fuori Regione, sfiora le 200 mila unità. Non a caso, sull’argomento hanno posto l’accento vari amministratori nell’ultima adunanza dei sindaci marsicani.

Il primo cittadino di Avezzano chiede, inoltre, in attesa della realizzazione dei lavori per ulteriori posti letto di terapia intensiva e sub-intensiva, di destinare all’Ospedale di Avezzano il modulo da 15 posti letto, non ancora utilizzato e messo a disposizione della ASL 1 dalla Protezione Civile, visto che quello da 10 posti letto è stato già destinato al nosocomio dell’Aquila.

“Al Direttore Generale – conclude il Sindaco – rivolgo l’appello a non sottovalutare i possibili rischi qualora non vengano messe in atto tutte le azioni atte a salvaguardare la popolazione marsicana”.

Altre notizie che potrebbero interessarti

Migranti positivi a Vasto, tuona D’Eramo: “Daremo battaglia”

"Dobbiamo preservare il territorio vastese, proprio come la Lega ha fatto con il territorio ...
Redazione IMN

VIDEO. Finanziamento regionale per un nuovo campo pozzi nella Piana del Cavaliere: la firma dell’intesa dopo un’estate rovinosa

Redazione IMN

Polizia: arrestato latitante senegalese a Roma

Il 18 giugno era sfuggito all'arresto disposto dall’Autorità giudiziaria di L’Aquila
Redazione IMN