INFO MEDIA NEWS
Attualità NEWS SLIDE TV

San Demetrio Ne’ Vestini, stanziati i primi 3,5 milioni al Comune

Parla il sindaco Di Bartolomeo: "Approvate in consiglio le prime misure del fondo complementare".

La giunta e il consiglio comunale approvano dieci progetti per circa 3,5 milioni di euro riguardanti la rigenerazione urbana, la riqualificazione di arterie stradali, la riqualificazione e l’efficientamento energetico di edifici pubblici e l’ammodernamento degli impianti sportivi.

Di questi dieci uno è finanziato da Regione Abruzzo con fondi cipess per circa 150 mila euro, a seguito di un bando regionale a cui l’amministrazione comunale aveva partecipato nei primi mesi del mandato Di Bartolomeo.

Il finanziamento destinato alle prime 3 misure per il Comune di San Demetrio Ne’ Vestini, nell’ambito delle risorse stanziate con il fondo complementare al Pnrr per le aree colpite dai terremoti 2009 e 2016/2017,è di oltre 3,3 milione di euro.

Ne ha dato l’annuncio il sindaco Antonio Di Bartolomeo, al termine della seduta del consiglio comunale del 30 dicembre scorso.

“Un primo traguardo, grazie ad un lavoro condiviso con tutti i Sindaci del territorio, che ci permetterà di affrontare con decisione anche le altre misure del fondo complementare e quelle che verranno stanziate con il Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza-PNNR”, si legge nella nota stampa inviata.

Un lavoro che ci ha visti impegnati nell’ultimo periodo e che seguirà insistentemente nei prossimi mesi ed anni. Un ringraziamento va all’Ingegner Luciano Rossi, al Segretario Dottor Luzzetti, ai funzionari amministrativi Loredana Santirocco, Enrico Di Gasbarro e a tutti gli altri collaboratori. Le misure del fondo complementare deliberate nel mese di dicembre, hanno apportato un carico di lavoro straordinario che ha visto coinvolti gli amministratori e i tecnici anche nei giorni delle festività natalizie”, ha spiegato Di Bartolomeo.

Conclude il Sindaco:Adesso speriamo di partire a stretto giro con le progettazioni definitive/esecutive e l’inizio dei lavori. Nel frattempo altre misure stanno per essere pubblicate e su cui già stiamo lavorando in modo da rispettare la tempestività che gli uffici centrali richiedono . Ci auguriamo che questo sforzo porti risultati immediati. Lo meritano tutti gli addetti ai lavori e tutti i cittadini che stanno affrontando un duro periodo di restrizioni e di allerta sanitaria”.

Altre notizie che potrebbero interessarti

Trasacco, 38 casi attivi: prorogata chiusura Moschea

Chiusura anticipata per i locali fino al 15 luglio
Redazione IMN

Ragazzi dell’Azione Cattolica incontrano Di Pangrazio

Dieci giovanissimi eletti dai coetanei di tutte le parrocchie hanno accesso i microfoni per ...
Redazione IMN

Latte Dolce indigesto per merenda, Avezzano bloccato a Sassari: e in aeroporto l’incontro col Torino

Alice Pagliaroli