INFO MEDIA NEWS
NEWS PRIMA PAGINA Sport

Ruggisce di nuovo la Plus Ultra: scontro diretto con Marruvium, la distanza è di 3 reti

E’ la giusta ottica di vedere le cose che si hanno davanti che oggi ha vinto in campo. La mentalità, cioè, del singolo e di una squadra intera che ha sospinto in alto la macchina entusiasta della guerra calcistica. We wish you a marry match. Dopo la sosta natalizia, ecco che torna la febbre del sabato sera anche per i ragazzi della Plus Ultra, squadra del Campionato di Seconda Categoria, girone B, che oggi è uscita a testa alta, anzi almeno a quattro metri sopra il cielo, dopo lo scontro diretto con Marruvium, squadra avvinghiata al secondo gradino del podio. Il risultato finale è stato di 4 a 1, schietto come schietta è stata la determinazione dei ragazzi trasaccani dimostrata in campo, dopo il passo falso di Capestrano.

 

La partita si è giocata oggi pomeriggio, con fischio d’inizio arbitrale alle ore 14 e 30 in punto, presso il Campo Fucense A di Trasacco. «Sicuramente ci aspettavamo una partita dura e difficile – commenta il responsabile di Plus Ultra Calcio, Cristian Di Salvatore, a caldo dopo il match – anche se questa gara l’abbiamo preparata bene sia a livello di allenamenti, sia a livello mentale. Sono stati, lo dico a gran voce, 20 giorni di silenzio e di pausa, ma non per le nostre gambe e le nostre prestazioni sportive: abbiamo, di fatti, spinto al massimo le ambizioni proprio ai fini di questo match; nel nostro cuore, in fondo, c’era già la sicurezza di questo risultato». E le parole di soddisfazione venute fuori dalla piramide societaria, di certo non possono che far da eco netta ai quattro gol segnati in campo: il primo tempo si è concluso con un vantaggio di 1 a 0 per la squadra di casa, firmato da Florido Salvi. Al secondo tempo, i trasaccani hanno nutrito bene l’ambizione con l’esatta energia, portando a casa i tre punti della vittoria, con una doppietta di Alessandro Angelini, aiutato nell’impresa del trionfo in campo dal collega di attacco Pietro Guglielmi, rete di quest’ultimo avvenuta ed insaccata dopo il gol della Marruvium del 3 a 1, segnato da Nico Fidanza.

 

I tre punti messi in cassaforte, quindi, sicuramente hanno avvicinato la Plus Ultra alla squadra di San Benedetto dei Marsi, per l’appunto seconda in classifica e la pongono in una posizione di ruggente leonessa dietro alla schiena della prima della classe, Civitella. «Un importante scontro diretto è stato questo, – avverte Di Salvatore – che ha acceso nuovamente gli animi, in maniera positiva, all’interno degli spogliatoi. Ragazzi felici, perciò, al netto della vittoria, e pronti ai festeggiamenti di questa sera», commenta ancora Cristian. «C’è anche da dire, però – aggiunge il responsabile – che i nostri avversari sono rimasti in 10 verso la fine del primo tempo, ma credo anche che, a prescindere da questa distanza numerica in campo, noi, comunque, abbiamo approcciato bene la partita mentalmente sin da subito. Dico la verità: sul rettangolo verde di gioco siamo nettamente superiori», questo il mantra giornaliero trasaccano. Per la giornata di domenica prossima, invece, la Plus Ultra appenderà gli scarpini al chiodo, momentaneamente per il riposo. Pensieri in allerta, però, verso il match del futuro: lo Schioppo attenderà la compagine di Trasacco per la 15esima giornata di Campionato. «Altro scontro al vertice», commenta Di Salvatore.

 

La squadra di Trasacco oggi, quindi, ha colto dal campo calcistico di casa, un altro fiore della  certezza, che la fa vestire di pericolosità ai fini della conquista del titolo finale di più brava del Campionato di Seconda Categoria. «Siamo una delle compagini favorite – afferma Cristian Di Salvatore – di quest’anno. Dopo il passo falso di Capestrano – annuncia – abbiamo capito i nostri limiti, tutti mentali. Tecnicamente e fisicamente, infatti, penso davvero che abbiamo poche rivali dinanzi. Si consideri, comunque, infine, anche il fatto che oggi la Plus Ultra soffriva due assenze importanti, quali quella di Alessandro Lancia e quella di Luca D’Agostino, entrambi a casa con l’influenza. Una dimostrazione di forza quella che si è giocata oggi: i giocatori prenderanno giovamento da questa partita vinta in casa». Lavorare sodo, quindi, sempre e comunque per uno scopo finale concreto, nonostante le brutte cadute o i voli pindarici che si possono fare: sembra essere questa la massima di fondo che la Plus Ultra assorbe e raccoglie oggi dal campo casalingo della propria dimora. L’affiatamento e il fiuto del gol, poi, fanno il resto, trasformando il lavoro settimanale portato avanti in reti. E le reti in punti. E i punti, infine, in sogni di vittoria con i piedi ben piantati a terra.

Altre notizie che potrebbero interessarti

Anno giudiziario: in Abruzzo la magistratura indaga sulle tragedie

Redazione IMN

Droga: arrestato 20enne con droga in casa

Gioia Chiostri

Avezzano: Di Pangrazio incontra il Comandante Cestra per discutere dell’educazione stradale dei giovani

Gioia Chiostri