INFO MEDIA NEWS
Cronaca NEWS PRIMA PAGINA

Rubano un’auto invece di andare a scuola e causano un incidente stradale: due minori nei guai

Avrebbero marinato la scuola insieme e rubato, sempre insieme, una macchina per, presumibilmente, un colpo ‘caldo’ di testa giovanile. La bravata, però, alla fine, è costata a due minori coinvolti nel fatto, da anni residenti nella Marsica, un’accusa per furto d’auto aggravato. Due minorenni, quindi, finiscono a giudizio.

Sono dovuti comparire, perciò, nella giornata di lunedì scorso, davanti al Tribunale per i minorenni di L’Aquila, un giovane avezzanese e un altrettanto giovane polacco. I fatti di cronaca che li riguardano risalgono all’anno 2016.

Secondo l’accusa, sostenuta dal pubblico ministero Roberto Polella, i due, in una mattinata di marzo 2016, avrebbero evitato le consuete lezioni scolastiche, decidendo di non presentarsi a scuola. Avrebbero, infatti, al posto dei libri di testo, forse per noia o per divertimento, scelto di rubare un’autovettura che da tempo giaceva inutilizzata nei pressi della scuola da loro frequentata, ossia l’Istituto d’Arte. Hanno, quindi, rubato la macchina, magari per fare dei giri in città. Alla fine, però, oltre il danno giudiziario, anche l’incidente: la bravata, di fatti, si è conclusa con un sinistro stradale, per fortuna, senza alcuna conseguenza fisica per i due giovani.

In foto, l'avvocato Mario Del Pretaro
In foto, l’avvocato Mario Del Pretaro

I due sono dovuti comparire davanti al giudice del Tribunale per i minorenni di L’Aquila, accompagnati dagli avvocati Mario Del Pretaro e Annamaria Giuliani, per rispondere dell’accusa di furto aggravato.

Il giudice, dal canto suo, però, alla fine, ha disposto il perdono giudiziale, ritenendo che, in futuro, i due non avrebbero più commesso altri reati.

 

Foto di: Portaldiritto

Altre notizie che potrebbero interessarti

Videominacce all’indirizzo del sindaco di L’Aquila, Biondi: due denunce

Gioia Chiostri

Acqua del Gran Sasso: ieri l’audizione in Consiglio regionale

Redazione IMN

VIDEO. Il Trail pescinese si rinnova: lo sport attraverso natura, cultura e solidarietà

Gioia Chiostri