INFO MEDIA NEWS
Cronaca NEWS

Rigopiano, il bilancio è definitivo: sono 29 i morti della ferita d’Abruzzo

La speranza su Rigopiano si è spenta, ieri notte, per sempre: ora resterà solo un ricordo amarissimo, di un luogo da fiaba trasformatosi in un inferno di ghiaccio. E’ finita ieri la conta della vita e, di pari passo, anche quella della morte. Il cadavere dell’ultimo disperso, infatti, è stato ritrovato. Sono 29, quindi, in tutto, le vittime della slavina killer che, nella giornata di mercoledì scorso, quindi di una settimana fa circa, ha travolto il prestigioso Hotel ai piedi del Gran Sasso.

Non ci sono più dispersi da cercare, perciò. L’ultimo corpo è stato estratto senza vita dalle macerie e dai cumuli di neve verso la mezzanotte, quando la Prefettura di Pescara ha praticamente dato la notizia del recupero del corpo di un uomo e di una donna, quindi degli ultimi due corpi che mancavano all’appello, ovviamente morti.

Un comunicato diramato ha confermato, appunto, le 29 vittime e gli, oramai, zero dispersi. Non vi sono parole per descrivere l’immenso sconforto che ha coinvolto una delle Regioni più belle d’Italia. Rigopiano rimarrà indelebile: una ferita d’Abruzzo.

Altre notizie che potrebbero interessarti

PNALM: incontro con il nuovo direttore del parco

Sammarone si insedierà ufficialmente nei prossimi giorni
Redazione IMN

#Resto al Sud: l’8 febbraio incontro informativo a Magliano de’ Marsi

Redazione IMN

VIDEO. Studente ovindolese muore a Foligno, la scoperta dopo una settimana: ieri l’autopsia

Kristin Santucci