INFO MEDIA NEWS
Attualità NEWS

#Rigopiano, Federica si laurea tra gioia e lacrime senza genitori

Pasticcini, torte, tutti vestiti a festa. Probabilmente così era stato previsto che dovesse essere fatto al termine della discussione della tesi e probabilmente così avrebbero voluto i suoi genitori, la mamma Barbara Rosa Nobilio e il papà Piero Di Pietro, residenti a Loreto Aprutino. E lei, Federica, li ha in qualche modo accontentati. Soffocando, negando a se stessa per qualche il dramma che vive da oltre una settimana: suoi genitori sono tra le 29 vittime dell’hotel Rigopiano su cui mercoledì 18 si è abbattuta una slavina-killer.

Lei oggi si è laureata in Giurisprudenza alla Sapienza di Roma ed ha festeggiato con la sorella più piccola, con altri parenti e amici. C’erano anche diversi appartenenti a ‘Sapienza in movimento’, associazione che promuove iniziative culturali e sociali, oltre che essere di supporto e orientamento in tutti gli ambiti della vita universitaria, e a cui Federica è legata e ne rappresenta una delle più tenaci protagoniste ed animatrici. I festeggiamenti si sono tenuti presso gli spazi riservati alle associazioni studentesche, nella zona delle segreterie dell’ateneo. In origine era previsto che Federica si laureasse martedì 24 ma le ricerche tra le macerie dell’hotel sepolto in gran parte dalla slavina non avevano ancora restituito il padre della ragazza, mentre il corpo della madre era stato recuperato sabato 21.

Venivano ancora nutrite speranze, anche se molto flebili, che il padre fosse al riparo, in qualche angolo o ‘bolla d’aria’, in attesa dei soccorritori. Non è stato così, anche Piero Di Pietro è stato trovato morto dai vigili del fuoco negli ultimi giorni di ricerche (conclusesi mercoledì a tarda ora con il recupero delle ultime due salme). I genitori di Federica erano in quell’hotel con un’altra coppia di Loreto Aprutino, Nadia Acconciamessa e Sebastiano Di Carlo, e il figlio di questi, Edoardo, 8 anni. Aspettavano, come tutti gli altri, lo spazzaneve che aprisse il muro di neve sulla strada e consentisse loro di tornare a casa. Del gruppo di cinque si è salvato solo Edoardo, restituito alla vita dai vigili del fuoco e dal soccorso alpino venerdì scorso, insieme ad altri tre bambini. I funerali dei genitori del piccolo si sono già svolti, quelli dei genitori si svolgeranno domenica mattina a Loreto Aprutino.

Prevedibile che sulle loro bare ci sia la corona d’alloro della neodottoressa in Legge, Federica. Il sogno di laurea era stato solo rimandato, e oggi il sorriso ha preso il posto delle lacrime, anche solo per qualche ora. E anche se un pezzo fondamentale della vita di questa ragazza è stato cancellato dalla furia di quella slavina.

Foto di: Today

Altre notizie che potrebbero interessarti

Abruzzo, Arcuri dice sì: mercoledì 200 mila test rapidi

Arcuri accoglie la richiesta del Governatore Marsilio sullo screening della popolazione della ...
Redazione IMN

Défilé Avezzano Nuoto agli Assoluti Regionali

Alice Pagliaroli

Screening di massa in Provincia: 88 casi

Continua il progetto anti-Covid, venerdì la macchina dei tamponi partirà anche ad Avezzano.
Redazione IMN