INFO MEDIA NEWS
NEWS SLIDE TV Sociale

Regione, l’assessore D’Ignazio dona un defibrillatore al Circolo Velico di Tortoreto

L’obiettivo è la salvaguardia della salute di tutti gli appassionati di mare e di vela.

L’assessore al Turismo Giorgio D’Ignazio ha donato un defibrillatore al Circolo Velico 42 o parallelo di Tortoreto Lido (Te). Alla cerimonia di consegna, che si è svolta ieri allo Chalet Maristella, sede del Club, hanno partecipato il presidente Carlo Dezi ed alcuni dei soci. “Spesso sottovalutiamo la funzione vitale di un piccolo apparecchio come questo, che nell’eventualità di un attacco cardiaco, in cui ogni singolo ticchettio delle lancette dell’orologio è prezioso perché incide in maniera sostanziale sulla probabilità o meno di salvare una vita umana, consente un intervento tempestivo ed il più delle volte risolutivo.

È proprio per questo – afferma l’assessore D’Ignazio – che sono assolutamente favorevole al vincolo normativo che impone l’obbligo a tutte le associazioni e le società sportive dilettantistiche di dotarsi di un dispositivo salvavita come questo. Gli appassionati di mare e di vela devono poter frequentare questo Circolo con la gioia e l’energia di sempre ma anche con la serenità e la tranquillità di chi è consapevole che la loro salute ‘ci sta a cuore’ e che proprio per questo intendiamo tutelarla con ogni strumento di prevenzione e di pronto intervento a disposizione. Praticare una attività sportiva come la vela, dev’essere un momento di distensione e di liberazione dallo stress quotidiano, oltre che un modo intelligente per coltivare la propria salute, abbandonando uno stile di vita pigro e sedentario.

Per questo abbiamo il dovere di ridurre al minimo il rischio che una sana pratica sportiva – per cause imprevedibili- possa trasformarsi in tragedia, come troppo spesso leggiamo sulle pagine dei quotidiani. Questo defibrillatore – conclude – è un simbolo importante di prevenzione, di tutela e di amore per la vita”.

 

Strumento, il defibrillatore, capace di aumentare il tasso di sopravvivenza in caso di arresto cardiaco da poco meno del 5% a oltre il 50%.

Fonte: Regione Abruzzo

Foto di: Trapani – GdS

Altre notizie che potrebbero interessarti

Scuola San Benedetto dei Marsi, è conto alla rovescia

Il sindaco: “Entro settembre il cantiere sarà aperto”
Redazione IMN

Il verde che circonda il Castello Orsini sotto la lente del controllo, Presutti: «La situazione è davvero preoccupante»

Gioia Chiostri

Evade dai domiciliari: arrestato l’avezzanese che rubò un’auto qualche giorno fa, era a passeggio con una donna

Redazione IMN