INFO MEDIA NEWS
NEWS Politica PRIMA PAGINA SLIDE TV

Raccolta differenziata al 59,66% in Abruzzo

L'assessore all'ambiente Campitelli presenta i dati del 2018

Raccolta differenziata al 59,66% in Abruzzo

Pescara. L’assessore regionale all’ambiente, Nicola Campitelli, ha presentato questa mattina il rapporto annuale sulla raccolta differenziata in Abruzzo relativamente all’anno 2018. La percentuale media ha raggiunto il 59,66%, con un incremento rispetto al 2017 del +3,68%. Nel 2014 era invece ferma al 47,42%.

I Comuni con percentuali superiori alla soglia minima prevista dalla legge (65%) sono 180 su 305. Nel 2019, secondo i tecnici, le prospettive sono positive. Le frazioni organiche (umido e verde) – con una raccolta complessiva di circa 155.000 tonnellate (43,04% della raccolta differenziata totale e corrispondente a circa 116 kg/ab) – rappresentano la frazione merceologica più importante e quantitativamente rilevante; segue la carta con il 18.73% per circa 50 kg/ab.

«Abbiamo in atto un focus sui comuni con oltre ventimila abitanti e che sono i comuni che ovviamente producono più rifiuti – ha dichiarato Campitelli – Pescara e L’Aquila registrano le performance più basse rispetto agli altri centri più popolosi. Il capoluogo aquilano è in ripresa, ma bisogna considerare che le problematiche sono state anche dovute al post sisma. Pescara è invece il ‘ventre molle’ con percentuali fra il 30% e 40% che sono basse e che devono essere migliorate. Bene Lanciano, Chieti e Giulianova che superano il 60%. Abbiamo un sevizio di porta a porta con buoni risultati anche a Sulmona e Montesilvano». Per lo smaltimento dei pannolini e pannoloni, che rappresa circa il 3% della raccolta, la Regione lavora ad un impianto all’avanguardia di riciclaggio della Fater».

Altre notizie che potrebbero interessarti

Tagliacozzo, torna “Gironi Divini”

Le vie del centro storico ospiteranno 50 cantine abruzzesi, con oltre 300 tipologie di vini
Redazione IMN

L’Aquila, arrestate due donne per furto e ricettazione

Redazione IMN

Botti di Capodanno: la Polizia sequestra 30 mila articoli

Redazione IMN