INFO MEDIA NEWS
NEWS Politica PRIMA PAGINA SLIDE TV

Psr: Imprudente, 700 mila euro per riduzione sostanza organica

Pubblicato bando per favorire sviluppo pratiche sostenibili e conservative

Sostenere gli agricoltori abruzzesi nel contrastare la riduzione di sostanza organica dei terreni, attraverso l’utilizzo di letami e ammendanti di qualità, per migliorare le caratteristiche chimico-fisiche-biologiche con la conseguente mitigazione dei fenomeni di erosione e della dispersione di C02 in atmosfera.

È l’obiettivo che vuole cogliere la Regione Abruzzo con il bando dal titolo “Incremento della sostanza organica”, a valere sulle risorse del Programma di sviluppo rurale (PSR) 2014-2020, nell’ambito della misura 10 “Pagamenti agro-climatico-ambientali”.

L’avviso è stato pubblicato il 22 aprile scorso sul sito internet istituzionale dell’ente: la dotazione finanziaria è di 700mila euro.

L’iniziativa è del Dipartimento Agricoltura della Regione Abruzzo e potranno beneficiarne tutti gli imprenditori agricoli singoli o associati operanti sul territorio abruzzese ed Enti pubblici in qualità di gestori di aziende agricole. Il termine per presentare domanda è fissato al 17 maggio prossimo, ma è prevista una proroga di ulteriori 25 giorni di tempo, fino all’11 giugno. In questo caso l’importo dell’aiuto sarà decurtato dell’1% per ogni giorno lavorativo di ritardo.

“Con questo bando – spiega il vice presidente della Giunta Regionale con delega all’Agricoltura, Emanuele Imprudente -. Intendiamo favorire lo sviluppo di pratiche sostenibili e conservative. A beneficio dei nostri agricoltori e della qualità e competitività delle loro produzioni, e nello stesso tempo a favore dell’ambiente, in quanto l’incremento della sostanza organica dei suoli favorisce la conservazione e il sequestro del carbonio, fattore decisivo per la mitigazione dei cambiamenti climatici, considerato che il suolo costituisce il maggiore serbatoio di CO2 negli ecosistemi terrestri”.

Il valore di sostegno finanziario è di 230 euro per ettaro l’anno. L’aiuto scende a 100 euro ad ettaro ettaro l’anno se i richiedenti già beneficiano degli interventi 10.1.1 (Produzione integrata) e 10.1.3 (Conservazione del suolo) e della Misura 11 (Agricoltura biologica), del Programma di Sviluppo Rurale 2014- 2020.

Per controbilanciare la perdita di sostanza organica le imprese potranno utilizzare, per concimare i loro terreni, letame naturale, letame artificiale, ammendante vegetale semplice non compostato, ammendante compostato misto, ammendante torboso composto, lettiere esauste, materiali palabili ottenuti col trattamento di separazione della frazione solida dei liquami, effluenti sottoposti a trattamento di compostaggio. Non è ammesso l’utilizzo dei fanghi di depurazione in qualità di fertilizzanti. In ogni caso la sostanza organica utilizzata dovrà essere caratterizzata da un rapporto carbonio e azoto maggiore o uguale a 12.

Saranno ammesse al bando le aziende agricole che hanno possesso o disponibilità di una superficie minima all’impegno (SAU) maggiore di un ettaro e le aziende con terreni caratterizzati da un contenuto di sostanza organica classificata “bassa” o “normale”, secondo la griglia definita dal Disciplinare di produzione Integrata per la Regione Abruzzo. I requisiti di ammissibilità devono essere posseduti alla data del 15 maggio 2021 e mantenuti per l’intero periodo d’impegno fissato in tre anni, fino al 14 maggio del 2024.

Il richiedente deve presentare la domanda in forma telematica, al Servizio territoriale per l’agricoltura (Sta) competente per territorio, mediante le funzionalità on-line messe a disposizione dall’Agenzia per le Erogazioni in Agricoltura (Agea), con funzione di Organismo pagatore per la Regione Abruzzo, sul portale Sian, il Sistema Informativo Agricolo Nazionale.

Altre notizie che potrebbero interessarti

VIDEO. Prezza dopo le fiamme, Scoccia: «Rimboschimento? Attendo il parere tecnico»

Kristin Santucci

Chieti, arrestati 3 romeni con 250 grammi di marijuana

Redazione IMN

Irrompe, armato di motosega, nell’ex Casa di riposo San Giuseppe: ieri murato l’ultimo varco

Kristin Santucci