INFO MEDIA NEWS
Attualità NEWS SLIDE TV

Progetto Poggio Picenze vince bando Valle del Campanaro

Il progetto è realizzato in partenariato con l’associazione culturale Il Gigante Buono e l’associazione sportiva No Limits Bike

Il progetto “Punto informativo Valle del Campanaro”, per la promozione dell’omonima area naturalistica, presentato dal Comune di Poggio Picenze (L’Aquila), in partnership coi Comuni di Fossa e Santo Stefano di Sessanio, è risultato tra i 10 vincitori del bando regionale per lo sviluppo della rete di informazione e accoglienza turistica e per le iniziative di promozione turistica di interesse locale, sulla base del quale ha ottenuto il finanziamento massimo erogabile, pari a 20mila euro.

Il progetto prevede la realizzazione di un info point che sarà gestito dalle associazioni culturali e sportive del posto e sorgerà sulla via principale del paese, nei pressi della monumentale Fontana di San Rocco, uno dei simboli storici e architettonici del centro abitato, adiacente all’ingresso dei trail destinati alla pratica di sport di montagna, situati nella Valle del Campanaro e recentemente oggetto di valorizzazione turistico-sportiva, in posizione doppiamente strategica anche perché sulla direttrice che collega L’Aquila a Pescara e alle porte del Parco nazionale del Gran Sasso e dei monti della Laga.

Poggio Picenze, che ospita circa 50 km di sentieri destinati a passeggiate in quota e tre chilometri e mezzo di piste per mountain bike e, per la prima volta in Italia, handbike per persone diversamente abili, è al crocevia tra luoghi di particolare interesse come le cosiddette terre della Baronia – coi borghi di Santo Stefano, Calascio, Castelvecchio Calvisio e Carapelle Calvisio – la Valle Subequana e il Parco regionale Sirente Velino. Anche per questo, l’obiettivo del progetto è quello di rilanciare il ruolo di destinazione turistica e centro nevralgico dei visitatori che arrivano in questa parte d’Abruzzo per visitarne alcune delle bellezze più incontaminate.

L’info point mira a creare un vero e proprio punto di riferimento e raccordo e, attraverso la valorizzazione di elementi identitari comuni (sulla scia della transumanza, che rappresenta infatti il fil rouge tra la natura, uomo e prodotti della terra), la creazione di itinerari inseriti su un’apposita app, l’organizzazione di appositi eventi volti alla creazione di una vera e propria rete turistico-territoriale e il coinvolgimento di professionalità, anche preventivamente formato, atti sviluppare azioni di valorizzazione del territorio.

Previsti, inoltre, la creazione di pagine social, di una specifica applicazione per smartphone, di una card del visitatore, di un sistema di promozione integrato tramite, tra le altre cose, la realizzazione di cartine e video promozionali.

Il progetto, per il cui finanziamento si dice particolarmente soddisfatta l’amministrazione guidata dal sindaco Antonello Gialloreto, è realizzato in partenariato con l’associazione culturale Il Gigante Buono e l’associazione sportiva No Limits Bike.

Altre notizie che potrebbero interessarti

Revoca Testa, Scoccia: “Gestione sanitaria precaria ed inconcludente”

"È evidente che l'individuazione della figura del manager Testa sia stata l'esito di decisioni ...
Redazione IMN

Casting per comparse nella Marsica

Nella Marsica arriva il set di “Lupo + Agnello”, corto della Peperonitto film: si cercano comparse. ...
Gioia Chiostri

Camionista greco muore di infarto sulla A14

L'autoarticolato con targa Bulgara era fermo in corsia di emergenza con la fiancata destra poggiata ...
Redazione IMN