INFO MEDIA NEWS
NEWS PRIMA PAGINA Sport

Pro Celano, ‘qué dolor’: l’Ortigia vince 3-1 e il campionato se ne va

Rimpianti e amarezza sui volti e nelle dichiarazioni di Guglielmo Rocchi all’indomani della trasferta deludente di Ortucchio. Il tecnico della Pro Celano analizza la partita e racconta i novanta minuti sotto la lente critica dello ‘sconfitto’, cosciente delle difficoltà maturate sul campo e, perché no, anche della cattiva sorte.

«Una partita maledetta. Ci siamo portati in vantaggio, poi abbiamo subito il pari prima della fine del primo tempo. Sull’1-1 è entrato in gioco il direttore di gara, primo artefice della rete del 2-1 avversario. Da lì abbiamo cominciato ad attaccare per acciuffare il pareggio, ci siamo sbilanciati parecchio, abbiamo avuto tante occasioni per metterla dentro. A una manciata di secondi dalla fine invece sono stati loro a infilarci il 3-1, a mio avviso profondamente immeritato. È un periodo in cui ci dice tutto male, la ruota sta girando per il verso sbagliato e gli episodi ci condannano in maniera evidente».

Pro Celano nel limbo magro delle ultime settimane, A Ortucchio contro l’Ortigia i novanta minuti valgono un 3-1 per certi versi bugiardo, che ben si allinea, però, alla crisi dell’ultimo periodo. Lo score numerico in termini di classifica è andato via via calando, e il momentaccio coincide con i tanti infortuni e le altrettante assenze che Rocchi si è ritrovato a dover gestire.

«Ormai siamo fuori dalla lotta per il primato, Dobbiamo solo cercare di chiudere al meglio questo finale per accaparrarci un buon piazzamento in vista delle fasi play off. Questo è stato un campionato starno. Forse l’Ortigia è quella che vedo meno attrezzata, eppure a guardare i numeri è quella che ha più chance di arrivare prima, non ci avrei scommesso una lira. Ma non darei per scontate tante cose, è ancora tutto da decidere, anche se, purtroppo per noi, le carte per vincere ce le hanno in mano gli altri».

La classifica parla chiaro, d’ora in poi, o meglio, nell’unica gara che manca al conto, bisognerà portare a casa l’intera posta per cercare di conseguire il migliore dei piazzamenti possibili. Il tecnico si appresta a recuperare qualcuno dall’infermeria già a partire dall’ultimo turno stagionale, poi bisognerà lavorare in ottica play off.

«Avremo di nuovo a disposizione Marfìa già dal 23 aprile, per i play off invece recupererò sicuramente Villa e Basile. Albertazzi, rimasto infortunato ieri durante la gara, svolgerà oggi degli esami per capire l’entità dell’infortunio, ma è ancora tutto da vedere. Ormai, oltre al campo, dobbiamo abituarci a lavorare anche in infermeria».

Altre notizie che potrebbero interessarti

Domenica all’insegna dell’escursione con le Stagioni del Cea del WWF

Oggi, domenica 13 ottobre, è in programma una nuova escursione del WWF nel Parco Nazionale del Gran ...
Redazione IMN

L’Avezzano vara la linea verde: ecco Sicari e Ranalli

In Eccellenza il Capistrello ingaggia Bisegna
Redazione IMN

Un milione di euro dal Mibac per l’Abbazia Celestiniana di Sulmona: verso l’internazionalità

Redazione IMN