INFO MEDIA NEWS
NEWS Politica SLIDE TV

PPI Marsica, Lobene: “Non parli oggi chi non fece nulla ieri”

Si esprime anche il sindaco di Trasacco, che non sarà presente all'incontro di domani tra i sindaci. "Oggi non può parlare chi da 6 anni a questa parte non ha fatto nulla di fronte al depotenziamento degli ex Ospedali. La mia vicinanza al consigliere Quaglieri, che fu l'unico a potenziare in tempi non sospetti".

La Sanità è un argomento che dovrebbe essere senza spine e senza angolazioni di punti di vista. Pulito, trasparente e, tra l’altro, sempre prioritario. Alla luce degli ultimi fatti e della riapertura H12 dei due punti di primo intervento di Pescina e di Tagliacozzo, anche il sindaco di Trasacco, Cesidio Lobene, prende posizione, prima sui social e poi, contattato dalla Redazione di InfoMediaNews, anche a mezzo stampa. E lo fa, sulla sua bacheca personale, scrivendo direttamente ad uno dei protagonisti della vicenda sanitaria locale, vale a dire il presidente della Commissione Sanità della Regione Abruzzo, Mario Quaglieri, ex sindaco proprio di Trasacco.

La mia vicinanza a Mario Quaglieri, consigliere abruzzese. Purtroppo – afferma – la convenienza elettorale ha ormai preso il sopravvento sulla coerenza. Tutto ormai è ridotto ad un problema di schieramento, ma la politica è un’idea molto più alta da vivere per contribuire a risolvere i problemi della gente”, scrive. Il sindaco è contro le strumentalizzazioni, contro la lotte di schieramento “vestite – a detta sua – da lotte di territorio”.

“In questi giorni – dice – stiamo assistendo ad una serie di miserrime accuse da parte di “gerarchi minori”, che negli ultimi anni si sono distinti esclusivamente per il loro vuoto pneumatico, tranne che per la voracità delle tasche, spuntando interessi di carattere privato. Oggi costoro insieme ad una ciurma di bucanieri e giamburrasca si divertono nel loro sport preferito “la menzogna”.

Nessuno ricorda il fatto che sei stato l’unico a potenziare i due nosocomi del territorio dopo che i propri rappresentanti dimentichi del passato, hanno addirittura contribuito a tagliare fondi alla Sanità. Mi chiedo, visto la loro luminescenza in termini di saggezza, per quale motivo non hanno contribuito in tempi non sospetti alla salvaguardia di questi presidi? “.

E incalza affermando alla nostra Redazione: “A mio avviso, chi 5 o 6 anni fa non ha fatto nulla contro il depotenziamento, il demansionamento e il defraudamento dei nostri presidi, non può oggi proferire parola a tal riguardo”.

“Continuino pure con le loro amenità fobiche, con il loro turpiloquio adolescenziale, ma sappiano che la Marsica non è un paese di colpevoli dormienti governati da ciarlatani, bensì un territorio di persone civili, oneste, dedite al lavoro ed emancipate che nulla hanno a che vedere con questi “guitti” di periferia”, così conclude.

Altre notizie che potrebbero interessarti

Genovesi visita il Nucleo Industriale: “Terra di nessuno”

E aggiunge il candidato sindaco della Lega: "Soprattutto di notte. C'è una urgenza da risolvere, ...
Redazione IMN

Droga, arrestato con 190 grammi di marijuana

Nei guai un pescarese di 34 anni
Redazione IMN

Unsic: “Varianti e scuole motori del contagio”

"Abruzzo e Molise campanelli d'allarme"
Redazione IMN