INFO MEDIA NEWS
Cronaca NEWS SLIDE TV

Poliziotto aquilano sventa truffa a Cagliari

L'agente, che non era in servizio ma in vacanza con la famiglia a Cagliari, si è accorto subito che qualcosa non andava. Il truffatore, fingendosi amico del nipote, si è fatto consegnare dei soldi dai due anziani, prelevati direttamente dal bancomat.

Un agente della Polizia di Stato dell’Aquila, in quei giorni non in servizio perché in ferie, ha sventato una truffa in piena regola, questa domenica, ai danni di una coppia di anziani, moglie e marito.

Il fatto è successo nel Cagliaritano. Un 37enne del luogo si è finto un amico del nipote della coppia e, con un raggiro, è riuscito a farsi consegnare dai due la somma di 100 euro, prelevata direttamente dal bancomat. Aveva promesso alla coppia anziana di acquistare per loro gamberoni e formaggio di buona qualità a un ottimo prezzo.

Nei pressi del centro commerciale dove è accaduto il fatto, si trovava a passare il nostro agente, in forza alla squadra volante del capoluogo, il quale ha subito notato qualcosa di strano nell’atteggiamento assunto dal giovane. Il raggiro, quindi, non è sfuggito al poliziotto fuori servizio, che si è subito attivato. Immediatamente, mentre era in vacanza con la sua famiglia, ha deciso di pedinare il truffatore, allertando anche una pattuglia di suoi colleghi di Cagliari. L’uomo è stato bloccato, a bordo della sua auto, mentre si allontanava con la somma di 100 euro, dagli agenti chiamati in soccorso. La cifra in denaro, invece, recuperata, è stata riconsegnata nelle mani dei due anziani.

Il 37enne è stato denunciato in stato di libertà per truffa aggravata e guida senza patente.

Altre notizie che potrebbero interessarti

Le Faggete Vetuste UNESCO: una bandiera per la conservazione della natura in Europa

Verso la conclusione il dossier per l'ampliamento del Sito Seriale UNESCO
Redazione IMN

A San Benedetto buoni per istruzione e cultura

Il sindaco D'Orazio: "Piccolo dono per i nostri piccoli studenti"
Redazione IMN

Lavoro, ASL condannata al pagamento per giusta retribuzione

Per ogni lavoratore una somma dai 4 agli 8 mila euro
Redazione IMN