INFO MEDIA NEWS
NEWS Sport

Plus Ultra regina e fan delle Maratone: da Praga alla Campania sul brivido di un traguardo collettivo tutto di corsa

IMG_7632Non importa se uno o più di uno. Non importa se 1000 o 100, l’associazione sportiva Plus Ultra, con base a Trasacco, avrà sempre nel suo cuore battagliero lo spirito duro, resistente e longevo della corsa percorsa per il bene individuale e collettivo. L’Associazione dilettantistica marsicana, infatti, ha sempre tentato di instaurare, in ogni competizione affrontata, un legame profondo fra il percorso prescelto per la gara e i tempi giusti per percorrerla, scritti nero su bianco sul cronometro dell’orologio. Come se ogni posto che la Plus Ultra visita, dovesse parlare. in qualche modo, di una storia sportiva collettiva e di gruppo che deve essere raccontata, nel momento in cui una nuova scarpa da ginnastica tocca il terriccio umido di un circuito o l’asfalto bagnato di una maratona.

IMG_7629Da Praga (appuntamento fisso con una delle Maratone più importanti d’Europa) all’Ecomaratona di Colleongo: gli atleti marsicani, in quest’ultimo periodo di tempo, hanno dato una grande prova di loro stessi, andando a toccare quota tre partecipazioni importanti centrate. All’Ecomaratona, suddivisa in tre gare, con un totale di 26 partecipanti solo per la Plus Ultra, 10 podisti marsicani hanno brillato nella competizione della 42 chilometri; qui, hanno marchiato il terreno di gara per risultati pervenuti, Dino Di Stefano, decimo assoluto e Cesira Paponetti, seconda assoluta. Cinque atleti, invece, hanno centrato l’obiettivo della 21 chilometri e altri 11 sono stati gli arrivati alla 13 chilometri dell’Ecomaratona, dove è da segnalare l’ottavo posto del podista Antonio Della Torre. Un’Ecomaratona, perciò, colorata assolutamente di rosa, grazie alla straordinaria prestazione sportiva di Cesira Paponetti, che ha scaldato i motori della primavera della Vallelonga, attraverso il suo ottimo risultato raggiunto.

La gara di Praga, invece, è risultata essere, per i podisti della Plus Ultra, il sogno in bianco di una sposa dello sport: prima esperienza assoluta solo per alcuni di essi, la Maratona europea ha visto la partecipazione di 5 atleti, i quali sono partiti alla volta della città della Repubblica Cieca giovedì. Dopo aver ritirato i pettorali al Centro Maratona di sabato, i cinque corridori della Plus Ultra hanno partecipato alla Maratona ieri, di domenica, partendo alle ore 8  e 30 del mattino. 42 sono stati i chilometri vissuti, in questo caso, soprattutto nel cuore urbano di Praga. Gli atleti sono stati accompagnati, ovviamente, dai relativi familiari, vista la meta inusuale prescelta per la competizione. Antonio Campanelli ha chiuso la Maratona con 3 ore e 23 minuti, Enzo Lancia con 4 ore e 03 minuti, Barbara Liberati e Domenico Luciani, invece, sono arrivati assieme con un tempo di 4 ore e 40. Infine, l’atleta Fernando Pagnani ha completato il cerchio in 5 ore e 36 minuti.

«Questa maratona è assolutamente affascinante. – affermano i responsabili dell’Associazione – Complessivamente, si addentra in tutta la città di Praga. A livello europeo, risulta essere uno degli appuntamenti più importanti e più ambiti dagli atleti. Ad alcuni nostri podisti, soprattutto a coloro che amano prendere parte a gare e a competizioni estere, mancava proprio questo evento sportivo per chiudere in bellezza e in completezza le esperienze connesse alle maggiori maratone europee». La maratona, giunta alla sua 23esima edizione, ha visto la partecipazione totale di ben 10600 partecipanti.

IMG_7630La Plus Ultra, infine, chiude con una ‘infuocata’ ciliegina sulla torta la piramide delle maratone affrontate. Un atleta marsicano, infatti, ha condotto la bandiera alla prima edizione della ‘Vesuvio Sky Marathon’, corsa dallo sportivo Plus Ultra Giovanni Palombi, unico rappresentante. La maratona del Vesuvio è un circuito di 46 chilometri, con il dislivello positivo di 2700 metri, strabiliante come meta prospettata, in quanto si arriva sino alla cima del Vesuvio. Il podista di casa nostra ha fatto parte di 150 partecipanti, essendo la competizione a numero chiuso ed è arrivato regolarmente al traguardo, nonostante un piccolo infortunio accusato durante la gara, chiudendo il tragitto con un risultato di 7 ore e 3 minuti.

Al di là del tempo percorso, ovviamente, in questo caso, ciò che più ha importato, è stato tutto il contorno posto a corredo della manifestazione sportiva: una vera e propria vetrina di fratelli di sport su terra. Dall’Italia all’Europa, quindi, sta continuando la sua corsa fulgida verso il benessere e il divertimento dello Sport, la stella della Plus Ultra. «Noi ringraziamo, ovviamente, tutti gli atleti partecipanti – concludono infine i rappresentanti – e diamo appuntamento alla nuova stagione, ad un panorama, cioè, ricco di nuove gare da godersi tutte d’un fiato, a livello regionale ma anche internazionale. Chiuderemo il calendario con la famosissima maratona di New York, programmata già nel mese di novembre».

 

 

Altre notizie che potrebbero interessarti

VIDEO. Nuova vita per la Cattedrale dei Marsi: 1.300.000 euro per la ristrutturazione

Kristin Santucci

‘Site.it 20 anni e tre giorni d’informazione’: l’evento dal 7 al 9 settembre al Circolo ippico Marsicano

Redazione IMN

VIDEO. #Ovidio2017: a 2000 anni di distanza dalla morte del poeta, la nuova Metamorfosi dell’Abruzzo

Gioia Chiostri