INFO MEDIA NEWS
NEWS Politica SLIDE TV

Piano infrastrutture: 500 milioni per la “Avezzano-Sora”

Con l’approvazione del Piano delle infrastrutture strategiche la Regione ha posto sul tavolo del Ministero delle infrastrutture e dei trasporti interventi importanti sui quali ancora ora si attendono risposte e finanziamenti.

Il futuro dell’Abruzzo è stato disegnato dalla Giunta regionale nella delibera il 15 giugno scorso che individua le infrastrutture strategiche in grado di dare slancio all’intero territorio.

Il lavoro portato avanti in questi mesi dal presidente della Regione Abruzzo, Marco Marsilio, e dal sottosegretario con delega alle Infrastrutture, Umberto D’Annuntiis, ha offerto l’opportunità di raggruppare tutti quegli interventi definiti strategici sia sotto l’aspetto delle infrastrutture a rete, stradali, ferroviarie e funiviarie, sia di quelle puntuali: portuali, aeroportuali e dighe.

Con l’approvazione del Piano delle infrastrutture strategiche, infatti, la Regione mette sul tavolo del Ministero delle infrastrutture e dei trasporti interventi importanti sui quali ancora si attendono risposte e finanziamenti.

Sono 60 gli interventi di priorità “Molto alta”, 29 di priorità “alta” e “media” nei rispettivi settori di intervento per un importo complessivo di poco superiore ai 6 miliardi di euro a cui si aggiungono opere che dovranno essere stimate dal Ministero delle Infrastrutture e che riguardano la velocizzazione e la messa in sicurezza dei tratti autostradali abruzzesi dell’A14, dell’A24 e dell’A25.

Nel piano sono previsti lavori di ammodernamento dell’ex superstrada del Liri, la Strada Statale 690 “Avezzano-Sora”, e in particolare del tratto di competenza del Compartimento della viabilità per l’Abruzzo tra le progressive km.che 6+000 e 39+350 per un totale di 500 milioni di euro e il soggetto attuatore è l’Anas Spa, ma al momento la disponibilità finanziaria è pari a zero.

Tra gli interventi c’è anche l’eliminazione di 22 P.L. e la realizzazione di opere sostitutive sulla linea ferroviaria Roccasecca-Avezzano di cui il soggetto attuatore è Rfi Spa per un totale di 14.850.000,00 euro, di cui 7.425.000,00 sono già disponibili.

Nel documento inviato al Mit dalla Regione ci sono poi il potenziamento e l’infrastrutturizzazione della tratta ferroviaria L’Aquila – Avezzano per un totale di 1.050.000.000,00 euro, nuovi impianti valle delle lenzuola campi della Magnola di cui è soggetto attuatore il Comune di Ovindoli, per un costo totale di 5.000.000,00 euro per il secondo lotto e 3.800.000,00 per il terzo.

Tra gli interventi anche la sistemazione della strada provinciale 20 “Marruviana”-Cintarella del Fucino per un costo totale di 3.000.000,00 euro.

“L’individuazione delle priorità disegna una traccia importante sul lavoro dei prossimi anni mi auguro che ci sia unione di intenti nelle sollecitazioni al Governo al fine di ottenere i finanziamenti necessari che potranno arrivare attraverso i contributi dell’Europa – ha detto il sottosegretario alla Presidenza, Umberto D’Annuntiis – ma anche con un impegno costante dei Ministeri interessati a spingere per la ripartenza attraverso una forte crescita economica di ogni territorio”.

Altre notizie che potrebbero interessarti

Meteo, pronti per un fine settimana caldissimo… almeno fino a domenica

Gioia Chiostri

Pescina ospita le giornate di studio sull’integrazione dei servizi sanitari

Alice Pagliaroli

Trasacco dà l’addio all’alpino Gaetano (Antonio): più di 50 anni dedicati alle penne nere

Gioia Chiostri