INFO MEDIA NEWS
NEWS Politica PRIMA PAGINA SLIDE TV

Pezzopane (Pd), Garante ponga fine a propaganda Marsilio

La deputata: "Indecente post su pagina istituzionale regione"

Sapevamo che la destra è più interessata alla propaganda che a dare risposte ai bisogni degli abruzzesi. Da settimane, infatti, vediamo in tv il presidente Marsilio impegnato a polemizzare contro il governo, con l’unico scopo di tentare di coprire le gravi carenze della Regione che amministra. Ma adesso hanno superato ogni misura. Sulla pagina istituzionale della Regione è stato pubblicato un servizio sulla sanità costruito ad arte per attaccare il governo e inserito nella puntata di Quarta Repubblica, con Marsilio intervistato per sottolineare la mancata realizzazione dei lavori ad Avezzano e senza alcun contraddittorio. Il post sfacciato e mistificatorio è stato nottetempo rimosso perché inondato di critiche. Mi appello al Garante nazionale delle comunicazioni perché intervenga su questa palese violazione nell’utilizzo degli spazi istituzionali”. Così Stefania Pezzopane, della Presidenza del Gruppo Pd alla Camera.

“In Abruzzo – aggiunge la deputata dem – siamo in una situazione difficilissima. Perché in quel servizio non è stato evidenziato che Avezzano è in Regione Abruzzo come Pescara e se sta in quel degrado è perché Marsilio ha investito 13 milioni di fondi (11 concessi da Arcuri e due frutto di donazioni) tutti su Pescara? In Abruzzo – conclude Stefania Pezzopane – siamo senza vaccini antinfluenzali, con un tracciamento irrisorio e confuso, con tamponi a cui si dà risposta dopo 10 giorni, con medici e personale sanitario contagiato perché negli ospedali non si rispettano i protocolli sanitari. Marsilio la smetta con la propaganda e affronti l’emergenza”

Altre notizie che potrebbero interessarti

VIDEO. Santa Messa d’ottobre per Fra’ Tommaso da Celano: primo agiografo di San Francesco d’Assisi

Gioia Chiostri

US Capistrello forza nove, stage con le scuole calcio top sul territorio

Alice Pagliaroli

Droga, torna in libertà residente a Celano

Il Tribunale del Riesame ha accolto l'istanza della difesa.
Redazione IMN