INFO MEDIA NEWS
Attualità NEWS SLIDE TV

Peste suina: “Diffusione sarebbe tsunami”

Direttore regionale, in Molise stimati oltre 40mila cinghiali

Risolvere a monte il problema “abbassando drasticamente il numero di cinghiali sul territorio che in Molise ha ampiamente superato le 40 mila unità”.

Lo afferma il direttore regionale di Coldiretti, Aniello Ascolese, dopo i casi di cinghiali affetti da Peste suina africana (Psa) individuati a Roma.

Un episodio che ha determinato “ulteriori preoccupazioni per la diffusione della malattia tra gli allevatori zootecnici anche nella nostra regione dove sono presenti circa 300 aziende zootecniche che allevano maiali”.

Se accadesse, osserva Ascolese, “si abbatterebbe uno tsunami sull’intero comparto suinicolo, basterebbe un solo caso in stalla per costringere l’allevatore all’abbattimento di tutti i suoi capi. Un danno economico incalcolabile che metterebbe a rischio migliaia di aziende a livello nazionale e un settore di punta dell’agroalimentare made in Italy che dà lavoro a circa centomila persone tra allevamento, trasformazione, trasporto e distribuzione con un fatturato che vale 20 miliardi. Una vera e propria emergenza – conclude – che potrà essere affrontata efficacemente, come più volte da noi richiesto, solo con la la modifica della Legge 157/92 sulla fauna selvatica.

Altre notizie che potrebbero interessarti

Percorsi tattili per non vedenti in via Marconi, scatta il restyling

Lampioni dell’illuminazione divelti in più strade, via libera alla sostituzione
Redazione IMN

Presto ricerca cure post-virus a L’Aquila

Infettivologo Alessandro Grimaldi: "Non si guarisce sempre se tampone negativo"; obiettivo è ...
Redazione IMN

Banche, Febbo: “Incomprensibile ok sindacati a piano Pop-Bari”

Duro il commento dell'assessore sul piano di ridimensionamento della Banca Popolare di Bari
Redazione IMN